Discussioni AttiveDiscussioni Attive  Mostra la lista degli UtentiLista Utenti  Cerca nel ForumCerca  HelpHelp
  RegistrazioneRegistrazione  LoginLogin
CINEMA
 FORUM - HorrorMovie : CINEMA
Oggetto Discussione: "Crimson Peak" di Guillermo del Toro Posta RispostaInserisci Nuova Discussione
Autore
Messaggio << Discussione Prec | Discussione Succ >>
deathcross
Moderatore
Moderatore
Avatar

Registrato: 14 January 2013
Residenza: Italy
Stato Connessione: Sconnesso
Messaggi: 1596
Postato: 20 May 2015 alle 11:25pm | IP Salvato Riporta deathcross


Crimson Peak

Regia: Guillermo del Toro
Sceneggiatura: Guillermo del Toro, Matthew Robbins
Cast: Mia Wasikowska, Jessica Chastain, Tom Hiddleston, Charlie Hunnam, Jim Beaver, Doug Jones, Burn Gorman, Leslie Hope

La storia ruota attorno alla giovane Edith Cushing che si innamora del carismatico Sir Thomas Sharpe, un uomo di nobili origini che conduce la ragazza nella sua tenuta di famiglia, un’immensa abitazione nel mezzo del nulla. Da subito Edith nota l’ostilità di Lady Lucille, sorella di Thomas, che si mostra fin troppo morbosa nei confronti del fratello. Inoltre la tenuta Sharpe nasconde non pochi segreti, a cominciare da un’oscura presenza che si aggira per i suoi immensi corridoi.

In arrivo il 22 ottobre nelle sale italiane (una settimana dopo l'uscita nelle sale statunitensi, prevista per il 16) l'ultima opera del Grande Regista messicano Guillermo del Toro, che ritorna con un Horror 'puro', genere comunque sempre presente in tutta la produzione deltoriana, perfino nel fantascientifico "Pacific Rim".
Le aspettative sono alte: si parla di uno dei Registi più Personali nel Cinema mainstream, uno dei pochi che riesce a mantenere uno Spirito Visionario ed Artistico anche all'interno di grosse produzioni hollywoodiane.
Eccovi intanto due trailer, uno statunitense e l'altro italiano, del film (la musica in sottofondo è, per la cronaca, presa da "Noah" di Aronofsky:
Trailer Internazionale
Trailer italiano

__________________
Ora affronterai il mare delle Tenebre, e ciò che in esso v'è d'esplorabile.
Top ^ Letto deathcross's Profilo Cerca per altri Messaggi per deathcross Visite deathcross's Homepage
 
Nonexistence
Iper-Orrorifico
Iper-Orrorifico
Avatar

Registrato: 16 March 2011
Stato Connessione: Sconnesso
Messaggi: 5090
Postato: 21 May 2015 alle 12:40am | IP Salvato Riporta Nonexistence

Non vedo l'ora, Del Ttoro per me è uno dei migliori registi "mainstream" attuali assieme a Peter Jackson! lo attendo impazientemente!

__________________
Top ^ Letto Nonexistence's Profilo Cerca per altri Messaggi per Nonexistence
 
deathcross
Moderatore
Moderatore
Avatar

Registrato: 14 January 2013
Residenza: Italy
Stato Connessione: Sconnesso
Messaggi: 1596
Postato: 10 November 2015 alle 10:15pm | IP Salvato Riporta deathcross

Del Toro realizza un'altra Opera d'Arte, un Film Gotico, un Horror d'Atmosfera che riprende il tema dei fantasmi già presente in "El Espinazo del Diablo" riproponendolo sia sul piano concettuale (ombre impresse nel Luogo 'contaminato' da un Omicidio) sia su quello iconografico (in particolare per l'apparizione finale del fantasma di Thomas), senza farsi mancare una sottile critica sociale al sistema produttivo ottoventesco (origine di quello attuale), dove l'editoria è cieca e superficiale (dalle donne ci si aspetta romanzi sentimentali, e basta un fantasma metaforico per rendere di scarso interesse un'opera), ma soprattutto ponendo (come in "Espinazo") il denaro come elemento scatenante l'Orrore e l'Assassinio, aggiungendo la censura degli affetti (genitori e figli/e) come Fonte di deviazioni morbose.
Non manca una caratterizzazione Forte e del Mondo Femminile: il confronto/scontro Edith/Lucille infatti è assai intenso e i due Personaggi dimostrano una Forza Caratteriale e Intellettuale assai Superiore rispetto a tutti gli altri Personaggi (principali) maschili, decisamente più Passivi e meno indipendenti.
Del Toro resta fedele a sé stesso, dall'Attenzione per i Colori, in particolare al Rosso del Sangue e dell'Argilla, spesso accostato col Bianco, ma non manca quell'effetto Ambra tipico del Regista, alla Messa in scena che mescola Romanticismo Gotico ad Elementi (pre-)tecnologici molto vicini allo Steampunk, qui ridotti essenzialmente all'ingegno per l'estrazione dell'argilla (artefatto di particolare importanza per la narrazione).
Inoltre abbiamo modo di vedere il Fascino che l'Autore da sempre nutre per l'Universo degli Insetti, con riprese di un MicroCosmo cannibalistico che a me ha "ricordato fortemente il "Blue Velvet" Lynchano.
Infine, troviamo la visione delToriana dell'Horror non come Genere di Paura e Spavento o Splatter (anche se la tensione, almeno per i/le neofiti/e, non manca, come non manca il Sangue) ma bensì come Fiaba Adulta dai Toni Gotici, Romantici, Tragici.
Sul piano 'narrativo' (secondario nella Poetica del Regista messicano, e questo per me è più che corretto), invece, troviamo un'impostazione classica che scopre subito le sue carte: non ci sono grandi colpi di scena o, per lo meno, non ce ne sono di imprevedibili (specialmente per lo spettatore/la spettatrice più 'esperto/a'), ma a del Toro (credo) non interessa stupire con la storia ma bensì coinvolgere sul Piano Visivo-Sonoro (ovvero Cinematografico).
Certo, non si può dire che l'Autore esplori troppo al di fuori dei suoi standard qualitativi e stilistici già ben collaudati -e per questo quasi si può affermare con sufficiente sicurezza di non essere di fronte al Capolavoro), ma il Grande e Grosso Guillermo si concede qua e là dei momenti di 'rischio' e di auto-sperimentazione, osando anche una scena erotica (con parziale nudo maschile) piuttosto coraggiosa, considerati anche i suoi precedenti (assai più 'family friendly').
In quanto al resto, il Film vanta ottimi effetti (digitali e non) dall'estetica, secondo me, particolarmente 'classica', scenografie e fotografia propongono con grande abilità la Visione del Regista e il Cast è piuttosto buono e in parte, pur mancando Interpreti carismatici come Ron Perlman: in compenso, però, abbiamo il Mimo Doug Jones, oramai secondo attore-feticcio del Messicano, g"ià ammira"to come Abe nel dittico su "Hellboy", Fauno e uomo pallido in "El Laberinto del Fauno" e Morte in "The Golden Army".
Il Trio di Protagoniste/a è scelto in modo particolarmente azzeccato: la Wasikowska interpreta Edith senza eccedere in inutili virtuosismi espressivi ma catturando la graziosità fisica e comportamentale del Personaggio rendendo credibile la sua Forza Caratteriale; la Chastain rende palpabile l'Ambiguità Etica e i Profondi Turbamenti Emotivi di Lucille; Hiddleston, infine, costruisce un altro 'cattivo' affascinante, ma rispetto a Loki (che ho visto soltanto in "The Avengers") Thomas è molto più sensibile e, da manipolatore, diventa qui manipolabile prima della sorella-amante e poi della (ultima) moglie adorata.
Beaver, nei panni del padre di Edith, cattura la simpatia del pubblico, mentre Hunnam, preso da ""Pacific Rim"" e prima ancora da ""Sons of Anarchy"", compie diligentemente il suo lavoro ma soffre un pochino fuori dal ruolo di protagonista.
Niente di Rivoluzionario, ma comunque un'Opera squisitamente DelToriana tutt'altro che deludente.
Consigliato: se riuscite vedetevelo in Lingua Originale (come ho avuto modo di fare io, e pure al Cinema).

__________________
Ora affronterai il mare delle Tenebre, e ciò che in esso v'è d'esplorabile.
Top ^ Letto deathcross's Profilo Cerca per altri Messaggi per deathcross Visite deathcross's Homepage
 

Se vuoi postare una risposta prima devi login
Se non sei ancora registrato prima devi registrarti

  Posta RispostaInserisci Nuova Discussione
Versione Stampabile Versione Stampabile

Cambia Forum
Non Puoi postare nuove Discussioni nel Forum
Non Puoi rispondere alle Discussioni del Forum
Non Puoi cancellare i tuoi Messaggi nel Forum
Non Puoi modificare i tuoi Messaggi nel Forum
Non Puoi creare sondaggi nel Forum
Non Puoi votare sondaggi nel Forum

Powered by Web Wiz Forums version 7.97
Copyright ©2001-2006 Web Wiz Guide

Pagina generata in 0,0781 secondi.