NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Red Eye
Regia: W. Craven- Nazione:USA - Anno: 2005- Autore: Roberto Giacomelli

Lisa Reisert, dopo aver partecipato al funerale della nonna a Dallas, si appresta a prendere il volo notturno per tornare a Miami, dove vive e lavora. Al terminal dell'aeroporto incontra il giovane e fascinoso Jack Rippner, e tra i due si instaura immediatamente una certa complicità. Casualmente i due si ritrovano vicini di posto anche sull'aereo e, dopo aver fatto conoscenza, Jack rivela a Lisa di far parte di un complotto terroristico volto ad assassinare un noto uomo politico che alloggia nell'hotel in cui lavora la ragazza. Lisa, dovrà aiutare Jack nell'omicidio, altrimenti suo padre verrà a sua volta ucciso da un complice del terrorista.

"Red eye", letteralmente occhio arrossato, termine informale con cui si indicano negli Stati Uniti i voli notturni e accattivante titolo dell'ultima fatica di un ormai innocuo Wes Craven. Dopo i fasti della trilogia di "Scream" e il mezzo passo falso compiuto con "Cursed", Craven si getta a capofitto nel thriller puro, genere da lui mai esplorato, se non contaminato di elementi orrorifici. In "Red Eye", invece, nulla a che fare con il mondo dell'horror, ma ci si ritrova davanti ad un thriller ambientato ad alta quota, tesissimo e minimalista, ma anche improbabile e, in più occasioni, goffo. Esemplare il senso del ritmo che il film in questione riesce ad esprimere: montaggio serrato (opera di Patrick Lussier, montatore fidato e abituale di Craven fin dai tempi di "Nightmare - Dal profondo della notte"); soluzioni narrative lineari e prive di qualunque caduta di tono; patos sempre alto e capacità di tener desta l'attenzione dall'inizio alla fine. Ma allo stesso tempo, "Red Eye" presenta una sceneggiatura (opera di Carl Ellsworth) compatta ma improbabile e piuttosto fantasiosa in più soluzioni, una su tutte la modalità con cui i terroristi intendono uccidere il politico, che può addirittura risultare ridicola. Inoltre Craven si dimostra in grande forma nel mostrare la sottile tortura psicologica che il terrorista applica sulla sventurata Lisa, ma appare piuttosto fuori luogo nel filmare i momenti d'azione che compaiono frequentemente nell'ultima mezzora del film, risultando quasi goffi.
Affascinanti i personaggi principali: Lisa è interpretata in modo impeccabile dalla promettente Rachel McAdams ("Mean girls"), che disegna una protagonista inossidabile sul posto di lavoro ma estremamente insicura nella vita, reduce da un incidente che le ha insegnato a diffidare dagli sconosciuti; Jack Rippner (un nome che è tutto un programma, dal momento che suona un po' come Jack lo Squartatore!) è invece interpretato dal bravissimo Cillian Murphy (visto in "28 giorni dopo" e "Batman Begins" ), perfetto nel ruolo dello psicopatico, con la faccia da bravo ragazzo e lo sguardo ceruleo, immediatamente odioso nel modo di porsi, ma, tirando le somme, risultando il personaggio più simpatico dell'intera pellicola. Deludenti, invece, i personaggi di contorno: dall'improbabile vecchietta conosciuta al terminal, all'insignificante politico oggetto dell'attentato, fino alla figura del padre di Lisa (interpretato dal pur bravo Brian Cox), figura quasi evanescente anche se fondamentale all'intreccio.
Insomma, "Red Eye" ci presenta un Craven sicuramente lontanissimo dalle brutali pellicole confezionate negli anni '70, così come sottotono in confronto ai fortunati e bellissimi cult "Nightmare" e "Scream", ma che, tutto sommato, diverte e si presenta come un innocua forma di intrattenimento, a volte goffa, ma in grado di tenere desto l'interesse dello spettatore per tutta la sua durata. Non aspettatevi dunque di assistere all'ultimo "capolavoro" del maestro del brivido Wes Craven, ma solamente ad un gradevole ed improbabile thriller.
Curiosità. Il regista Wes Craven, insieme allo sceneggiatore Carl Ellsworth, si sono concessi un cammeo nel ruolo di due passeggeri seduti nell'aereo in cui si ambienta il film.

Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. red eye, craven, murphy

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario