: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Bangkok Kill City
Regia: O. Pang- Nazione:THA - Anno: 2001- Autore: Giuliano Giacomelli

Tre ragazze riunite a chiacchierare in un bar decidono di raccontarsi tre storie del terrore e vedere quale delle tre sia più terrificante. La prima storia vede coinvolta una studentessa che, trasferitasi in una nuova abitazione, riceve per sbaglio dalla ditta dei traslochi un misterioso ed antico tamburo che sembra coinvolto nella tragica storia di una bella danzatrice scomparsa misteriosamente. Nella seconda storia una giovane donna in cerca di un compagno ideale utilizza uno strano olio dell’amore per far innamorare tutte le persone che vuole, ma lo strano olio sembra condurre tutti i malcapitati ad una tragica fine. Nella terza ed ultima storia un detective della polizia indaga sulla morte di una donna apparentemente suicida, ma è convinto che dietro tutto ci sia un terribile omicidio da smascherare.

“Bangkok Kill City” è un pretenzioso e pessimo film a episodi made in Thailandia uscito futilmente in Italia per il solo mercato del home video.
Il film diretto da Oxide Pang, regista che nel 2002 si era fatto conoscere nel panorama horror dirigendo assieme al fratello Danny Pang l’intrigante "The Eye" e che nel 2004, sempre assieme al fratello, aveva diretto il seguito "The Eye 2", decide questa volta di realizzare un altro horror tutto da solo senza l’intervento del fratello, dirigendo davvero un brutto film a episodi, i quali vertono tutti sull’ormai stancante tema del fantasma.
Il film presenta enormi difetti specialmente a livello della sceneggiatura e del montaggio: infatti la maldestra sceneggiatura non fa altro che rendere estremamente confusi e pasticciati tutti e tre gli episodi ed anche quello di contorno; mentre l’ancor peggiore montaggio, non fa altro che collaborare al gioco della sceneggiatura rendendo il tutto ancor più confuso e fastidioso.
Il primo episodio, sicuramente il peggiore dei tre, è caratterizzato da una lentezza narrativa allucinante che non fa altro che annoiare e frustrare lo spettatore, con una storia poco originale, confusa e soporifera che vede come minaccia il classico fantasma orientale (pelle bianchissima e capelli lunghi e neri che coprono il volto) che dimostra ancora una volta la pochissima fantasia asiatica e la scarsissima tendenza all’innovazione.
Il secondo episodio, forse quello più accettabile, poteva avere ottime potenzialità per realizzare un film originale ed interessante, ma purtroppo viene realizzato nel peggiore dei modi, risultando anche questo fiacco, noiosetto e abbastanza confuso e inoltre, grazie a enormi buchi (ma più che buchi sono voragini) di sceneggiatura, molte cose, a cui lo spettatore avrebbe gradito una risposta, restano in sospeso o totalmente tralasciate, facendo dunque sprofondare nella bruttezza un’ idea di base piuttosto affascinante.
Il terzo (e finalmente ultimo) episodio, è una sciattissima storia poliziesca che sarebbe stata adatta alla serie televisiva “Rex” o “Il tenente Colombo” e che cerca in tutti i modi di apparire horror inserendo fugaci ed inutili apparizioni di fantasmi che poco bene si sposano con la storia e che potevano benissimo essere evitate. Comunque, anche questo episodio, seppur sembra il più completo e sicuramente più pensato, risulta deboluccio, poco interessante e troppo frettoloso, deludendo ancora una volta lo spettatore.
Il film inoltre, presenta un altro punto molto debole negli effetti speciali digitali, che, anche se non molto presenti (e grazie a Dio), risultano terribilmente finti, grezzi e mal inseriti, potevano dunque benissimo essere evitati visto che il loro impiego non era assolutamente necessario.
In conclusione “Bangkok Kill City” è uno sciatto prodotto thailandese creato con grandi ambizioni ma realizzato nel peggiore dei modi. Poco interessante, molto confuso e, contrariamente a quanto di solito sanno fare i film orientali, non ci offre nemmeno una scena inquietante o che possa produrre ansia e panico nel pubblico.
Un film inutile che non vale i soldi del noleggio e nemmeno la perdita di tempo nel guardarlo in televisione (anche perché risulta troppo lungo, dal momento che sfiora le due ore). Assolutamente da evitare.

Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags..............................

 

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario