NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Morituris
Regia: R. Picchio- Nazione:ITA - Anno: 2011- Autore: Roberto Giacomelli

Tre ragazzi hanno conosciuto due ragazze dell’est Europa in discoteca e le convincono a seguirli in una zona boschiva nei pressi di Roma per partecipare a un rave party. Giunti sul luogo, i cinque non trovano alcun party e convinti di essere arrivati troppo presto, accendono un falò e fanno baldoria. Ma qualcuno o qualcosa li osserva, pronto a scatenare tutta la sua violenza.

Hic sunt leones. “Morituris” è la dimostrazione che la cinematografia italiana horror è capace di mordere e graffiare, anzi, di sbranare e lacerare con un prodotto potenzialmente competitivo a livello internazionale e realmente capace di riportare il nostro amato genere a vette qualitative straordinariamente alte. Dunque è qui che si erano nascosti i leoni dell’horror made in Italy, vogliosi di restituire allo spettatore una visione del cinema del terrore sadica e violenta come si usava un tempo, complementare e allo stesso molto lontana dall’odierna moda dell’eccesso da torture porn.
“Morituris” parte da uno spunto semplicissimo, molto vicino ai dettami del cinema slasher/survival americano: ci sono tre ragazzi e due ragazze, una location bucolica e notturna e una minaccia tanto soprannaturale quanto fisica a dar loro la caccia, eliminandoli uno ad uno. Ma in un canovaccio che Moriturispotenzialmente sa di già visto e un soggetto a prima vista perfino scarno, il giovane regista esordiente Raffaele Picchio e lo sceneggiatore Gianluigi Perrone riescono a concentrare una moltitudine di colpi di scena e idee belle e originali da ergere questo film ben al di sopra della media dei prodotti similari (e non parlo solo della produzione nostrana). I personaggi, che ci vengono immediatamente presentati con tutte le caratteristiche che il filone vorrebbe, dediti ad alcool, sesso e droga e dunque predestinati a una gran brutta fine, con lo scorrere dei minuti si evolvono, lasciano lo stereotipo per agganciare una caratterizzazione ben differente da quello che ci si potrebbe aspettare. Personaggi imprevedibili così come la sorte che tocca loro. A detta di chi ha lavorato al film, erano state date precise indicazioni che richiamassero alla memoria eventi di cronaca italiana avvenuti negli anni ’70 e che avessero come fulcro il noto Massacro del Circeo. A tal proposito è impossibile non notare una certa critica verso una borghesia arricchita, annoiata e involgarita che sopravvive agli anni e alle epoche e che in questo film viene esemplarmente messa alla gogna.
Per quanto ci si voglia comunque girare attorno, il punto focale di “Morituris” è la violenza bruta ed incredibilmente perversa nonché realistica che viene messa in scena senza nessun tipo di auto-censura. MoriturisUna violenza così sadica e a tratti compiaciuta da risultare perfino disturbante, perpetrata ai danni di uomini, donne e bambini – con una predilezione per le donne che a qualcuno ha anche fatto pronunciare la parola “misoginia”. Il circo degli orrori di “Morituris”, che ha il contributo degli effetti speciali di Sergio Stivaletti, vi mostrerà crocifissioni, decapitazioni, una forbice conficcata nelle parti intime femminili e perfino un topolino infilato in una vagina tramite un tubo di vetro (mentre sullo sfondo dell’azione scorrono le immagini del cult “Il boia scarlatto”). Il tutto con il realismo e la serietà di chi non vuole far sorridere ma shockare e disturbare, malgrado non manchino molte incursioni ironiche soprattutto nelle battute dei tre giovani latin lovers. Infatti in questo pamphlet di sadismo ci sono anche degli ottimi dialoghi, spesso colti e arguti, sinonimo di una particolare cura per la sceneggiatura anche lì dove si poteva sorvolare mirando il tutto allo stomaco dello spettatore. Aggiungiamo anche un gruppo di attori volenterosi e molto bravi che donano credibilità a personaggi che comunque si pongono da subito sopra le righe, a cominciare dal quasi surreale personaggio interpretato da Francesco Malcom, presenza ormai ricorrente dell’horror indipendente italiano (“Eaters”; “Bloodline”; “Hyde’s Secret Nightmare”). Tra gli interpreti si fanno apprezzare soprattutto le due attrici MoriturisValentina D’Andrea e Desiree Giorgetti, visibilmente alle prese con scene difficili e stressanti, ma non da meno sono anche Andrea De Bruyn, Giuseppe Nitti e Simone Ripanti. Ma punto forte del reparto attoriale di “Morituris” sono i villains, non tanto per la recitazione (in realtà non recitano, si pongono prepotentemente allo spettatore come icone fisiche) ma per la potenza scenica e il look perfetto. Anche se ormai è noto chi siano le minacce che infestano i boschi di “Morituris”, io preferisco non svelarvi la sorpresa, sappiate però che sono grossi, polverosi e menano come matti!
Un appunto doveroso va mosso a riguardo della resa visiva. “Moriturs”, girato in digitale con attrezzature all’avanguardia (RED One Digital Camera), presenta delle scene troppo scarsamente illuminate forse a causa di una cattiva gestione dell’attrezzatura tecnica, rendendo così di difficile comprensione alcuni punti e di scarsa presa visiva altri (gli interni e alcune scene al sole). Un problema probabilmente risolvibile con qualche ulteriore accorgimento postproduttivo.
“Morituris” rappresenta ad oggi uno dei più felici e riusciti esempi di cinema horror italiano, un’avventura disturbante e sorprendente che sicuramente farà felici i puristi del gore.

Malgrado "Morituris" sia stato al centro di un polverone a causa del rigetto in sede di censura con la negazione del visto per il rilascio in sala, la coraggiosa Sinister Film, distribuita da CG Home Video, ha immesso sul mercato italiano il DVD del film di Raffaele Picchio. Pubblicato nella collana Italia Underground, "Morituris" si avvale di una soddisfacente edizione digitale che ha il suo fiore all'occhiello con i contenuti extra: un corposo making of, il videoclip dei Cripple Bastards "Stupro e Addio" e il trailer ufficiale.

Visiona il trailer di MORITURIS


Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. Morituris, Raffaele Picchio, Valentina D'Andrea, Francesco Malcom, Desiree Giorgetti, Gladiatori zombi, Massacro del Circeo

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario