: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Storia Segreta di un Lager Femminile
Regia: Chih-Hung Kuei- Nazione:Hong Kong - Anno: 1973- Autore: Roberto Giacomelli

Cina, 1944. Un gruppo di sadici soldati giapponesi gestisce un campo di concentramento in cui sono tenute prigioniere donne cinesi e americane. Una di loro ha recentemente perso il marito che prima di morire le ha rivelato di aver nascosto una cassa di lingotti d’oro in una grotta nei paraggi. Vessate e umiliate continuamente da una carceriera lesbica e torturate per futili motivi, alcune prigioniere escogitano un piano per evadere e andare a cercare l’oro nascosto.

Prima che il filone naziploitation entrasse nel vivo del suo “periodo d’oro”, notoriamente fatto coincidere con il successo di “Ilsa la belava delle SS”, ad Hong Kong realizzarono “Storia segreta di un lager femminile”, un anomalo nazi-porno che ha una marcia in più rispetto a molti epigoni dello stesso genere. Anomalo principalmente perché, seppur ascrivibile al filone “nazi”, non parla del nazismo,Storia segreta di un lager femminile ma essendo prodotto in Asia racconta delle crudeltà compiute dai giapponesi durante la Seconda Guerra Mondiale, il risultato comunque non cambia e lo spirito dei naziploitation c’è tutto.
Il difetto o limite maggiore di questo filone era la ripetitività delle situazioni che spesso andava a sposarsi con una carenza narrativa che tendeva ad anteporre la messa in scena della sadica violenza alla storia. Ovviamente “Storia segreta di un lager femminile” (che in originale ha il suggestivo titolo di “Bamboo House of Dolls”) non va certo a lesinare in sadismo (seppur non siamo nei territori grotteschi della saga di Ilsa), ma fortunatamente non trascura neppure la propensione a raccontare una storia. Le sevizie alle detenute sono centrali al film, ma è comunque presente un iter narrativo capace di coinvolgere minimamente lo spettatore e riguardante il piano di fuga dal lager e la ricerca dell’oro nascosto. Non mancano neanche i colpi di scena che in questo caso riguardano la scoperta dell’identità del traditore che si nasconde nel gruppo delle detenute. Storia segreta di un lager femminile
Va da se che comunque l’interesse maggiore di questo come di altri film appartenenti al filone è caratterizzato proprio dalle molte scene violente. Le detenute, sempre rigorosamente in abiti succinti quando non direttamente nude, sono sottoposte a torture e umiliazioni, soprattutto di carattere sessuale: flagellazioni, stupri, percosse, spari a sangue freddo e tanto altro. C’è perfino una delirante scena in cui una donna cieca prima di essere stuprata, viene costretta a camminare a piedi nudi sul vetro! Poi, carpendo elementi alla tradizione dei Women in Prison (W.I.P.), di cui il naziploitation è una variante estrema, “Storia segreta di un lager femminile” abbonda in risse tra detenute, che sono occasione ulteriore per mettere in bella mostra i corpi delle attrici (che irrimediabilmente finiscono spogliate) e ulteriori momenti di violenza. Ciliegina sulla torta il classico personaggio della secondina/kapò lesbica, che in questo film si esibisce in un numero di penetrazione con un fallo di legno ai danni di una detenuta.Storia segreta di un lager femminile
Artisticamente parlando, “Storia segreta di un lager femminile” non si contraddistingue comunque dalla massa degli appartenenti al filone. Il prologo e i titoli di testa sono fenomenali, tanto a livello di regia quanto a franchezza di intenti, poi il film si adagia su un anonimato di stile che non fa emergere il film di Chih-Hung Kuei (“Schiave nell’isola del piacere”; “La grande rapina”) in modo particolare, attrici belle ma recitativamente poco dotate comprese.
Lo spettacolo diverte malgrado gli oltre 100 minuti di durata (fatto insolito per un naziploitation), il sadismo e la violenza sono a livelli moderatamente alti e a conti fatti siamo dinnanzi a uno dei migliori rappresentanti del filone nazi-porno.

Visiona il trailer di STORIA SEGRETA DI UN LAGER FEMMINILE


Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. Storia segreta di un lager femminile, nazipoloitation, nazi porno, torture, campo di concentramento giapponese, torturatrice lesbica

 

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario