NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Underworld - Il Risveglio 3D
Regia: M. Marlind, B. Stein- Nazione:USA - Anno: 2012- Autore: Roberto Giacomelli

L'umanità è venuta a conoscenza dell'esistenza di vampiri e lycan e, sentendosi in pericolo, ha messo in atto un nuovo olocausto, in cui i mostri sono cacciati e sterminati per far si che le loro razze non contaminino quella umana. La vampira Selene e il suo compagno ibrido Michael sono in fuga, ma durante una retata vengono catturati e consegnati alla Antigen, una multinazionale biotech che si occupa della sperimentazione genetica sulle razze dei mostri con l'obiettivo di trovare un vaccino che impedisca il diffondersi tra gli umani del contagio dato dai morsi dei vampiri e dei lycan.
Passano 12 anni. Selene è stata tenuta in sospensione criogenica nei laboratori della Antigen e al suo risveglio scopre che Michael è morto e che c'è un'altra creatura ibrida legata a lei da un rapporto telepatico, che l'ha liberata dal suo sonno ed è fuggita dai laboratori. Dopo essere evasa anch'essa, Selene si mette alla ricerca dell'ibrido che l'ha salvata e scopre che si tratta di Eve, sua figlia, nata proprio durante la sua ibernazione. Ora l'obiettivo di Selene è proteggere Eve, sulle cui tracce ci sono sia la Antigen che un clan di lycan misteriosamente interessati alla ragazzina. Nella sua lotta per la sopravvivenza stavolta la bella vampira è aiutata da David, un giovane vampiro cresciuto seguendo le gesta proprio di Selene, e dal detective Sebastian.

Dopo una pausa durata un capitolo (il terzo, “Underworld – La ribellione dei lycan”), Kate Beckinsale torna a indossare la tuta di latex che caratterizza la sua sexy e combattiva vampira Selene per “Underworld – Il risveglio”, quarto capitolo in 3D della saga cult dedicata alla guerra millenaria tra vampiri e lycan(tropi). Underworld - Il risveglio
Avevamo lasciato Selene e Michael Corvin in “Underworld Evolution” scampati alla furia distruttiva dei fratelli Marcus e William, rispettivamente vampiro e lycan origine delle due razze, con una Selene miracolosamente divenuta immune alla luce solare. Con questo quarto film ci ricolleghiamo direttamente ad “Evolution” e tramite un fugace collage di scene che riassumo la storia della nostra vampira siamo direttamente catapultati in un presente in cui la mitologia di “Underworld”, basata su una faida “sotterranea” tra mostri, esce alla luce del sole e coinvolge in prima persona anche gli esseri umani. Tutto è riscritto e l’ordine tra le due razze è rotto dall’entrata della terza, irruenta e ottusa che preferisce eliminare ciò che teme e non comprende. Da cacciatori, i vampiri e i lycan si ritrovano ad essere prede e in una manciata di immagini che richiamano al linguaggio mockumentary ci troviamo catapultati in un presente catastrofico in cui l’umanità, apparentemente afflitta da un morbo mostrificatore, si trova in guerra contro le due mitologiche razze e in cui si vedono coinvolti anche i nostri eroi. Stacco di 12 anni e nuova realtà da affrontare.Underworld - Il risveglio Il caos iniziale sembra essersi placato e pian piano si torna alla consuetudine di questa saga, con piccoli gruppi di lycan e vampiri (ma stavolta a causa dell’estinzione causata dall’epurazione) che si fanno guerra appena possibile.
Per la prima volta nella saga di “Underworld” c’è un confine ben netto tra buoni e cattivi, con vampiri giusti ed eroici e lycan malvagi e più temibili del solito (imperdibile il super lycan di 4 metri!). Viene così a cadere quell’ideale romantico e classista/super partes che contraddistingueva i capitoli precedenti per un plot più semplice e compatto, con parti delineate in modo piuttosto netto. Malgrado questi appunti che potrebbero far pensare a un “Underworld” diverso, in realtà “Il risveglio” è estremamente coerente con gli altri e assolutamente in linea con lo stile e i dictat della saga. La sceneggiatura, curata da John Hlavin, Allison Burnett, J. Michael Straczynski e dal creatore della saga Len Wiseman, gioca col nuovo per ripercorrere dunque strade collaudate e di sicura presa sui fan della saga. Underworld - Il risveglioFondamentalmente sono due i dati a venir modificati: Selene perde il carattere “moderato” e minimamente umano da personaggio positivo che la differenziavano dai suoi simili e diventa qui una spietata combattente che non si fa scrupoli ad uccidere anche chi magari non lo meriterebbe. Il suo unico obiettivo è salvaguardare la sua prole, come la femmina di un’animale, e qui nasce il secondo cambiamento di base: viene meno il carattere romantico dato dal rapporto di coppia, dall’amore impossibile, sostituito da un diverso tipo di amore, quello tra genitore e figlio, anche se vissuto in maniera apparentemente fredda e distaccata, ma infondo dettata da una forma estrema e innata di protezione.
Wiseman, che oltre ad essere ideatore della saga è stato anche regista dei primi due film, qui rimane come co-sceneggiatore e produttore, affidando la regia alla coppia di talentuosi svedesi Mans Marlind e Bjorn Stein (“Shelter – Identità paranormali”), che puntano tutto sull’adrenalinica costruzione delle scene action e riescono a sfruttare il 3D (nativo) a vantaggio esclusivo del film. Dunque non semplice ed inutile accessorio, ma funzionale alla valorizzazione delle scene d’azione. Underworld - Il risveglio
Ovviamente non tutto fila liscio, si nota una certa preponderanza dell’azione che va a sacrificare l’elaborazione narrativa da sempre caratteristica della saga: in pratica in 88 minuti di durata non viene concesso un attimo di tregua allo spettatore che tra esplosioni, combattimenti copro a corpo e scontri a fuoco ha davvero da sfiorare la nausea da sovraesposizione.
Nel cast primeggia, come prevedibile, Kate Beckinsale che malgrado i quarant’anni suonati d’età e qualche rughetta è ancora incredibilmente sexy e assolutamente perfetta per il ruolo da action woman…anzi, Kate Beckinsale è “Underworld” e forse proprio questo dato ha fatto del terzo film, caratterizzato dalla sua assenza, il meno riuscito della saga. A lei si affiancano la giovane India Eisley, adatta per il ruolo della figliola ibrida vampira/lycan, il pessimo e inespressivo Theo James, che veste i panni del vampiro David e Stephen Rea, che incarna il cattivo di turno, il subdolo dott. Lane. Completano il cast il poliziotto umano Michael Ealy e il redivivo Charles Dance (che ricordiamo come il cattivo di “Last Action Hero”), che interpreta qui il nobile capo vampiro Thomas.
Insomma questo “Underworld – Il risveglio” è un capitolo in sintonia qualitativa con i precedenti e che sicuramente piacerà ai fan della saga, poiché vi ritroveranno tutti gli elementi che hanno fatto il successo dei precedenti film. Forse c’è troppa azione che va a discapito dell’intreccio e della costruzione dei personaggi, avvicinandosi così al secondo episodio, anche per abbondanza di splatter. Trattasi però del classico episodio di passaggio, quindi aspettiamoci un quinto “Underworld”.

Visiona il trailer di UNDERWORLD - IL RISVEGLIO


Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. Underworld, il risveglio, 3D, kate beckinsale, selene, action, horror, len wiseman, lycan, vampiri

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario