NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Dizionario dei film Horror - Seconda edizione". Una recensione

Dizionario film horror SalvagniniNel 2007 il “Dizionario dei film horror” di Rudy Salvagnini, fu una manna dal cielo per ogni appassionato di cinema horror. Un tomo di oltre 800 pagine contenete le recensioni di 2400 film horror di ogni nazionalità, dai primordi del muto ad oggi. Un’opera utile e completa da consultare in ogni momento per informarsi o per semplice lettura di piacere.

Oggi, a distanza di 4 anni la casa editrice Corte del Fontego propone una seconda edizione del “Salvagnini” che si arricchisce di 600 nuove recensioni, oltre che una revisione di molte di quelle già presenti. Più di 1000 pagine che annoverano alcuni cult del passato non presenti nella precedente edizione e tutti i film di genere (molti anche inediti in Italia) usciti negli ultimi quattro anni. Antichrist di Von Trier, Benvenuti a Zombieland, Che la fine abbia inizio, Hatchet, Time of Darkness, Saw 3D… ma anche Mutants, Mum and Dad, A l’intérieur e tantissimi altri. Ogni recensione è di lunghezza variabile e composta, come in passato, di una breve scheda tecnica (titolo originale, nazionalità, anno, regia, interpreti principali e durata), un riassunto della trama, un parere critico e il fondamentale voto in stellette, come ogni dizionario di cinema richiede.

A proposito di dizionari di cinema, un oggetto come “il Salvagnini” può essere considerato una forma di riscossa da parte dello spettatore horrorofilo nei confronti dei numerosi tomi “autorevoli” che da decenni affollano gli scaffali delle librerie al settore “Cinema”. I nomi di celebri critici hanno scandito e scandiscono personalizzandola l’identificazione dei più famosi dizionari italiani di cinema: “il Morandini”, “il Mereghetti”, “il Farinotti”. Volumoni biblici, forse troppo costosi, in cui il genere horror è spesso e volentieri trascurato e tralasciato e quando c’è è troppo spesso stroncato con quell’aria di antipatica prevenzione su un argomento che a volte neanche si conosce con adeguatezza. Con “Il dizionario dei film horror” – che mi ostinerei a chiamare “il Salvagnini” – quella sufficienza che sa di “dovuto”, quella sensazione di superficialità, quella stringhetta che di anno in anno presenta le sole generalità tecniche tagliando il commento critico, rimane solo un ricordo per l’appassionato di cinema horror. Il dizionario trasmette un autentico amore e una grande preparazione per il cinema di genere (e non poteva essere altrimenti in un’opera titanica sull’argomento), c’è approfondimento e completezza seppur nei limiti del linguaggio schematico e veloce del dizionario.

Ovviamente qua e là si può non essere d’accordo con le stellette distribuite dall’autore a questo o quel film, ma fa parte del gioco e della soggettività, anche se si può notare quasi sempre una certa democratica bontà da parte dell’autore che evita giustamente le stroncature al vetriolo che sempre più spesso si leggono on line.

“Il dizionario dei film horror” è dunque un oggetto indispensabile sia per chi vuole introdursi nel mondo del cinema horror, sia per chi si ritiene ormai un veterano. Un’opera completissima e professionale che nella seconda edizione si fa ancora più appetitosa.
Il prezzo tutto sommato economico è un valore aggiunto.

DIZIONARIO DEI FILM HORROR. NUOVA EDIZIONE RIVEDUTA E AMPLIATA
Autore: Rudy Salvagnini
Casa editrice: Corte del Fontego
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 1024
Prezzo: 22 €

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 26/06/2011 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags Dizionario dei film horror, 2011, Seconda edizione, Rudy Salvagnini, Corte del Fontego