NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"La casa che grondava sangue" e "Il mostro del pianeta perduto", recensione DVD

La casa che grondava sangue DVDLa rinata Pulp Video, oggi distribuita da Cecchi Gori Home Enterteinemt, sta editando in questi mesi alcune chicche che ogni horrorofilo che si rispetti non può trascurare.
Tra i numerosi titoli usciti nel mese di ottobre (alcuni irreperibili nel nostro Paese da anni, come “Artigli” e “La notte del licantropo”) vi parlo di due cult che hanno goduto di un buon trattamento per l’edizione digitale: “La casa che grondava sangue” e “Il mostro del pianeta perduto”.

“La casa che grondava sangue” è uno di quei cult purtroppo un po’ dimenticati oggigiorno e come le più famose produzioni Amicus, si tratta di un film ad episodi che raggruppa alcuni “mostri sacri” del cinema horror dell’epoca, Peter Cushing e Christopher Lee. La Amicus era la diretta concorrente della Hammer: entrambe britanniche, entrambe abituate a lavorare con cast di rilievo ed entrambe fondamentali per una ridefinizione dell’horror in epoca moderna. La Amicus si era specializzata in film a episodi e, insieme a “Le cinque chiavi del terrore”, “La morte dietro il cancello” e “Il giardino delle torture”, questo “La casa che grondava sangue” è senza dubbio tra i più noti rappresentati del filone.
Quattro episodi uniti da una cornice in cui un investigatore di Scotland Yard indaga sulla scomparsa di un noto attore scoprendo che la casa in cui era andato ad abitare è stata teatro di macabri accadimenti. Il primo inquilino era uno scrittore di romanzi horror ossessionato dal malefico protagonista della sua ultima opera, il secondo un mite signore che ha scoperto a sue spese il segreto di un museo delle cere, il terzo un uomo che ha assunto un’insegnante privata per la sua introversa figliola che nasconde un perverso hobby e l’ultimo, lo scomparso appunto, un attore di film horror un po’ in declino che ha acquistato un originale mantello transilvano per interpretare un vampiro nel suo nuovo film, con la conseguenza che si trasforma davvero in un succhiasangue.
I quattro episodi sono diretti dal regista televisivo Peter Duffel e un po’ si vede perché l’intero film presenta un ritmo che ben si addice ai canoni del prodotto tv pur non essendolo. La qualità degli episodi è altalenante poiché si va dal mediocre primo episodio a un brutto secondo, in cui neanche Peter Cushing protagonista assoluto riesce a sollevare da un intreccio banale e abusato. Il picco c’è con il bellissimo terzo episodio dove Cristopher Lee è messo un po’ in ombra dall’inquietante Chloe Fraks, una bambina tanto dolce quanto perversa. Buono anche l’episodio finale, simpaticamente autoironico e improntato sulla commedia, in cui un Jon Pertwee sopra le righe è affiancato dalla splendida Ingrid Pitt, specializzata in ruoli da vampira.

Il mostro del pianeta perduto DVD“Il mostro del pianeta perduto” è proposto dalla Pulp Video all’interno di un’interessante “Corman Collection” insieme ad altri film che il celebre regista ha diretto o solo prodotto (come “Anno 2000: La corsa della morte”, proposto in edizione speciale a doppio disco). “Il mostro del pianeta perduto” è un magnifico film di fantascienza a bassissimo budget che dovrebbe essere preso come esempio da ogni regista indipendente che volesse cimentarsi col genere. Per l’esattezza questo film – che in originale si intitola con il ben più suggestivo “The Day the World Ended” – è la prima pellicola di fantascienza diretta da Corman e ci racconta di una Terra all’indomani di un disastro nucleare. Pochi sopravvissuti si sono rifugiati in una casa mentre fuori regna la desolazione e i fumi tossici. Ben presto cominciano tensioni e conflitti interni al gruppo, ma la vera minaccia da temere è all’esterno: un gigantesco essere mutante dagli istinti omicidi.
Oltre a presentare una situazione originale e affascinante, “Il mostro del pianeta perduto” è un film ritmato e intelligente nel voler concentrarsi sulle psicologie dei personaggi piuttosto che sul mostro che campeggia fuori dall’abitazione. Naturalmente Corman fece dei suoi limiti virtù e consapevole di non avere mezzi per mostrare una creatura spaventosa, si è concentrato sui personaggi. Lo stesso regista afferma che se fosse dipeso da lui, il mostro non sarebbe mai apparso, ma le convenzioni del cinema di genere imponevano la presenza fisica di una minaccia. Non a caso è proprio il momento in cui il mutante compare in tutta la sua fintissima fisicità (gli ultimi 10 minuti) che il film scade un pochino proprio per aver mostrato l’immostrabile. Ma non importa, “Il mostro del pianeta perduto” rimane un prodotto imprescindibile nel panorama del cinema fantastico.

Il DVD di “La casa che grondava sangue” non presenta particolari pecche così come non ha vistosi meriti. Il video è pulito anche se non esente da qualche leggero graffietto che fa tanto effetto vintage e l’audio è presentato nella doppia opzione del mono e del 5.1. Purtroppo in alcune scene parte l’audio originale inglese lì dove si è persa la traccia italiana, creando così quel fastidioso effetto di discontinuità, ma fortunatamente accade solo 3-4 volte e per pochissimi secondi. La stessa cosa accade in un paio di brevissime occasioni anche a “Il mostro del pianeta perduto” che presenta anch’esso un buon audio ma una resa video leggermente inferiore (parliamo comunque di un film in bianco e nero di quasi 60 anni fa!).
“La casa che grondava sangue” possiede nel reparto extra il commento audio del regista, una galleria immagini e le filmografie di Cushing e Lee. Il film di Corman invece alla filmografia del regista, una galleria immagini e il trailer originale, affianca un interessante intervista allo stesso Corman che racconta curiosità e retroscena del film in questione.

LA CASA CHE GRONDAVA SANGUE
Gran Bretagna, 1971
Regia: Peter Duffel
Durata: 102’
Video: 1.33:1 (4:3)
Audio: Dolby Digital 5.1 Italiano, Mono 2.0 Italiano e Inglese
Sottotitoli: Italiano
Extra: Galleria fotografica, Filmografia di Peter Cushing e Christopher Lee, Commento audio del regista per tutta la durata del film.

IL MOSTRO DEL PIANETA PERDUTO
USA, 1955
Regia: Roger Corman
Durata: 78’
Video: 1.33:1 (4:3)
Audio: Dolby Digital 5.1 Italiano, Mono 2.0 Italiano e Inglese
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer originale, Galleria fotografica, Filmografia di Roger Corman, Intervista a Roger Corman.

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 17/11/2011 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags La casa che grondava sangue, Il mostro del pianeta perduto, Pulp Video, Ottobre 2011, DVD, Cecchi Gori, Roger Corman