NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Terrore Italiano. Volume II", una recensione al libro di Francardi

A distanza di neanche un anno da “Terrore Italiano. L’horror contemporaneo raccontato dai protagonisti”, raggiunge le librerie il volume secondo. Ancora interviste ai protagonisti del mondo horror italiano per completare un discorso iniziato esplorando soprattutto i meandri dell’underground italiano.

A tirare i fili di “Terrore Italiano. Volume II” c’è ancora una volta Daniele Francardi, nome divenuto ormai noto nell’ambito del cinema di genere italiano, e a editare il volume di nuovo la casa romana Universitalia, che proprio con “Terrore Italiano. Volume II” inaugura una collana interamente dedicata a pubblicazioni di carattere horror, la Collana Horror Project.

“Terrore Italiano” aveva un’importanza fondamentale: dare voce ai protagonisti dell’horror italiano odierno. Registi, scrittori, sceneggiatori, fumettisti, musicisti…oltre 150 pagine di aneddoti e curiosità a voce dei diretti interessati. Per forza di cose, quelle 150 pagine non potevano dar voce a tutti i professionisti del settore, così un secondo volume veniva quasi spontaneo, una prosecuzione naturale che può essere vista più che altro come un’integrazione al primo libro. Perché questo è anche lo scopo di un’operazione come “Terrore Italiano”, far render conto al lettore che il panorama horror odierno è ampissimo, impossibile da contenere in un solo volume. E infatti, neanche a dirlo, non sorprenderebbe un terzo volume, dal momento che proprio in questi ultimi anni l’ambiente è costantemente in movimento e nuovi nomi si aggiungono di continuo all’elenco degli horrormakers italiani.
Con “Terrore Italiano II” però abbiamo un momentaneo punto della situazione abbastanza completo e alle 27 interviste del primo libro se ne aggiungono altre 16 ad altrettanti diversi personaggi. Qualcuno estremamente conosciuto e sul mercato da più tempo, come il mago degli effetti speciali Sergio Stivaletti, la scrittrice Alda Teodorani e il disegnatore di fumetti Luigi Siniscalchi; qualcun altro invece davvero poco noto, che sicuramente potrà essere conosciuto dagli appassionati del genere proprio grazie al lavoro di Francardi.

La formula di “Terrore Italiano II” è la stessa del precedente volume, domande veloci e mirate volte a esplorare la carriera degli intervistati ed estrapolare quante più informazioni inedite e aneddoti possibile. Possiamo dire però che a differenza del primo volume qui si nota una certa “pigrizia” da parte di diversi intervistati che tendono a non sbottonarsi più di tanto, fornendo risposte altrettanto veloci e mirate. Dunque se troviamo interviste complete ed esaurienti come nel caso di Luigi Siniscalchi, Alda Teodorani, Raffaele Picchio, Daniele Statella, Antonio Micciulli e Stefano Bessoni, ce ne sono altre che appaiono un po’ troppo stringate. Tra i nuovi intervistati di “Terrore Italiano” ci sono anche Cosimo Alemà di “At the and of the day”, Stefano Simone di “Una vita nel mistero”, Davide Pulici di Nocturno, Lorenzo Bianchini di “Custodes Beastiae” e i duo Boni/Ristori di “Eaters”.

Un centinaio di pagine di nuove interviste che vanno dunque a completare il discorso cominciato qualche mese fa con “Terrore Italiano”. Questo volume II è dunque un’estensione, un nuovo (ultimo?) tassello della mappatura dell’horror italiano contemporaneo. Se avete acquistato e apprezzato il primo volume, ovviante non vi potrà mancare questo proseguimento.

TERRORE ITALIANO. L’HORROR CONTEMPORANEO RACCONTATO DAI PROTAGONISTI – VOLUME II
Autore. Daniele Francardi
Casa Editrice: UniversItalia
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 88
Prezzo: 10 €

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 24/12/2011 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags Terrore italiano, volume 2, daniele francardi, universitalia, horror italiano, interviste, sergio stivaletti, cosimo alemà, alda teodorani