NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Cinekult Vol. 4: "Il plenilunio delle vergini" e "L'ultimo cacciatore"

Il plenilunio delle vergini dvdTra le uscite più recenti targate Cinekult/CGHV ci sono due imperdibili cult del cinema italiano, fino ad oggi inediti su supporto digitale in Italia: “Il plenilunio delle vergini” e “L’ultimo cacciatore”.

“Il plenilunio delle vergini” – che di recente abbiamo recensito qui - è uno di quei gioielli nascosti nella nostra cinematografia di genere che per motivi poco chiari è sempre stato ostracizzato e relegato all’effimero calderone del trash. Probabilmente è il nome del regista che ha “danneggiato” la credibilità di questo film, Paolo Solvay, al secolo Luigi Batzella, che tra qualche Django spurio, un “Nuda per Satana” e una “Bestia in calore” si è ritagliato un posticino nel cinema italiano di genere “meno nobile”. “Il plenilunio delle vergini”, che l’imdb ci informa co-diretto da Joe D’Amato non accreditato, è film ben più solido e suggestivo, quasi un prodotto Hammer ma girato in Italia da italiani. Infatti non pochi sono i collegamenti che richiamano al cinema coevo della gloriosa casa produttiva britannica, dalle atmosfere lugubri – sapientemente costruite utilizzando il castello di Balsorano, location di tanto cinema di quel periodo – al tema del vampirismo immerso in un contesto popolare, dalla maledizione con sacrifici umani, all’eroe vulnerabile più del solito. Insomma Batzella/Solvay (e Joe D’Amato?) ha fatto un lavoro egregio, supportato anche dalla magnifica presenza di Rosalba Neri, dama nera del cinema italiano di genere, che qui (s)veste i panni della contessa vampira , che fa il bagno nuda nel sangue ed esibisce la sua bisessualità con il protagonista Mark Damon e la sua aiutante Esmeralda Barros.
Il DVD Cinekult è di ottima qualità, forse tra i prodotti più soddisfacenti rilasciati da questa etichetta negli ultimi mesi. Oltre a un video pulito e chiarissimo e un audio mono ma rielaborato in dolby digital, c’è la sorpresa che il film è nella versione originale (integrale) mai comparsa in home video in Italia, ovvero quella con i titoli di testa al sangue e il “colpo di scena” finale. Ma non manca nulla, perché inizio e finale alternativi, come erano stati visti all’epoca in VHS, sono presenti tra i contenuti extra, insieme a una serie di interviste (al produttore Franco Gaudenzi, all’attrice Rosalba Neri e al direttore della fotografia Joe D’Amato) che forniscono diversi aneddoti sul film e sulle produzioni ad esso collegate.

L'ultimo cacciatore dvd“L’ultimo cacciatore”, come suggerisce il titolo stesso, cerca collegamenti con la hit di quel periodo “Il cacciatore”, film di Michael Cimino con Robert De Niro protagonista. I due film non hanno troppo in comune se non la centralità della guerra in Vietnam e una scena (quella della gabbia in acqua con i topi) che in questo film italiano viene ripresa dal “cugino” americano; per il resto ci sono storie diverse e intenti quasi opposti: tanto è un film di denuncia, dunque anche di un certo impegno, quello di Cimino, quanto è un action bellico e fieramente d’intrattenimento quello di Margheriti. Eh si, perché al timone di questo robusto film d’azione c’è il mitico Antonio Margheriti, che per l’occasione si firma come al suo solito Anthony Dawson, vero maestro del cinema italiano che in oltre 30 anni di carriera ha attraversato tutti i generi cinematografici, sempre con grande brillantezza. Stavolta siamo nell’action bellico, trasversalmente toccato già nel precedente “Apocalypse Domani” (da notare anche qui il riferimento a un altro Vietnam-movie di successo!), che però ad eccezione dell’inizio e da un innesco proto-Rambo, virava poi nell’horror metropolitano cannibalico. In “L’ultimo cacciatore” c’è la guerra dall’inizio alla fine, una bella storia che segue la missione del Capitano Morris, mandato a cercare e distruggere la fonte di un segnale radio sovversivo che spinge i soldati americani a non combattere. Nel film di Margheriti succede di tutto, si va dalla bellissima scena nel villaggio con bambino “esplosivo” a sosta nell’avamposto del Maggiore Cash, che non è matto come il Colonnello Kurtz di “Apocalypse Now” ma poco ci manca. E poi atti eroici, splatter, esplosioni a go-go e le impagabili facce da cinema di John Steiner e Bobby Rhodes, che completano un cast che ha per protagonisti gli ottimi David Warback e Tisa Farrow, sorellina di Mia.
Il DVD offre una buona resa video e un audio non eccezionale (un po’ basso) ma comunque più che discreto. Malgrado la certosina impresa di recupero, a “L’ultimo cacciatore” versione Cinekult manca una scena, si tratta di pochi secondi nella prima parte del film in cui si indugia sul particolare splatter di un viso maciullato, nulla che comunque pregiudichi la tranquilla visione del film. Tra gli extra, oltre ai trailers e alla photogallery, c’è un documentario di una ventina di minuti composto da interviste a Edoardo Margheriti e Margie Newton, che approfondiscono il film e, nel caso di Margheriti Jr., anche la sua carriera del padre regista.

Caratteristiche DVD di IL PLENILUNIO DELLE VERGINI
Video: 16:9 – 2.35:1
Audio: Italiano Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: “Nuda per Dracula” Interviste a Franco Gaudenzi, Rosalba Neri e Aristide Massaccesi, Trailer, Galleria fotografica, Trailers Cinekult.

Caratteristiche DVD di L’ULTIMO CACCIATORE
Video: 16:9 – 2.35:1
Audio: Italiano Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: “Apocalypse Margheriti” Interviste a Edoardo Margheriti e Margie Newton, Trailer, Galleria fotografica, Trailers Cinekult.

Se volete leggere la recensione di “Il plenilunio delle vergini” cliccate sul link sottostante.
Il plenilunio delle vergini

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 07/05/2012 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags dvd, cinekult, cecchi gori home video, aprile 2012, l'ultimo cacciatore, il plenilunio delle vergini, recensione, roberto giacomelli