NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Sinister Film Vol. 4: "Lo scorpione nero" e "Dr. Cyclops"

Lo scorpione nero dvdL'autunno 2012 è stato toccato da due imperdibili cult del cinema di fantascienza distribuiti da Cecchi Gori Home Video per l'etichetta specializzata Sinister Film: "Lo scorpione nero" e "Dr. Cyclops".

"Lo scorpione nero" arriva nelle sale nel 1957, ovvero proprio all'inizio dell'ondata di film fantascientifici americani incentrati su animali giganti, mutanti o alieni. A gettare le basi, se escludiamo "King Kong", possiamo trovare "Them! - Assalto alla Terra" del 1954 di Gordon Douglas, dove erano una legione di formiche giganti a terrorizzare gli esseri umani; da allora tutta una serie di animali e insetti in particolare hanno messo a ferro e fuoco campagne e città: ragni ("Tarantola", "La vendetta del ragno nero"), mantidi ("La mantide omicida"), granchi ("L'assalto dei granchi giganti"), api ("Il pianeta dove l'inferno è verde"), etc.. In mezzo al mare magnum di mostri mutanti e cresciuti non potevano mancare gli scorpioni, letali protagonisti di "Lo scorpione nero", diretto da Edward Ludwing e con gli effetti speciali di Willis O'Brien, già artefice delle creature di "King Kong".
"Lo scorpione nero" ci racconta come un semplice terremoto possa sconvolgere la popolazione di una regione del Messico, dal momento che da alcune fenditure nel terreno fuoriescono degli scorpioni preistorici dalle dimensioni spropositate, che cominciano a mietere vittime nei dintorni. I militari, con la consulenza di due geologi, saranno incaricati di eliminare la minaccia animale.
Con “Lo scorpione nero” non ci troviamo di certo tra i capolavori del genere, ma quel fascino dei monster movie anni ’50 c’è tutto, anzi si può notare nel lungometraggio di Ludwing anche una certa ricerca dell’originalità per il modo in cui è strutturata la storia che pone l’accento non tanto (o non solo) sulla spettacolarità e l’orrore degli scorpioni, ma piuttosto sui danni che la loro presenza causa all’economia della zona. E qui l’alone da “Guerra Fredda” che campeggiava in molte produzioni fantascientifiche americane dell’epoca è percepibile più che altrove.

Dr. Cyclops dvdPer rimanere in tema di “dimensioni e sproporzioni”, c’è anche “Dr. Cyclops”, diretto nel 1940 da Enest B. Schoedsack, regista di “La pericolosa partita” e “King Kong”. In “Dr. Cyclops”, anche per giocare con il concetto di grande e piccolo, Schoedsack mette in atto l’operazione opposta a “King Kong”, ovvero rimpicciolire piuttosto che aumentare di dimensioni.
La storia ci racconta di un’equipe scientifica che si reca in Perù convocata dal Dr. Torkel, che si trova lì per dei misteriosi esperimenti. Giunti sul luogo, gli scienziati scoprono che il dottore sta armeggiando con l’uranio per delle ricerche molto pericolose e tentano di ostacolare i suoi piani. Indispettito, Torkel miniaturizza i suoi oppositori grazie a un macchinario di sua progettazione e li intrappola. Così per le piccole vittime, una volta evase, sarà una dura sopravvivenza, tra le insidie della natura e gli attacchi dello stesso dottore.
Famoso per essere stato il primo film di fantascienza in technicolor, “Dr. Cyclops” è un piccolo capolavoro di genere: realizzato magnificamente, con una bellissima fotografia a colori ed effetti speciali ancora oggi di gran qualità. Il film di Schoedsack – che in seguito tornerà a ingigantire animali con “Il re dell’Africa” – è divertente e avvincente, non manca di tensione e presenta alcune scene diventate di culto, come quella in cui i nostri mini-eroi si trovano a lottare con il gatto. Magnifico il personaggio del Dr. Torkel, cinico e spietato mad doctor che può richiamare alla mente gli scienziati nazisti e le loro folli ricerche, interpretato da un perfetto Albert Dekker, qui definito Ciclope per via dei suoi occhiali a fondo di bottiglia e, metaforicamente, per la situazione che lega alla famosa vicenda di Ulisse e il ciclope Polifemo. Un film che ogni buon appassionato di cinema fantastico non può perdere!

I DVD targati Sinister Film, come spesso succede con questa etichetta, sono di buon livello. Molto buona la resa video di entrambi i titoli, in particolare de “Lo scorpione nero”, con un bianco e nero molto nitido e un audio ovviamente mono ma buono. Stesso discorso per “Dr. Cyclops”, che giustamente è presentato a colori, come voluto all’epoca (a differenza di alcune passate edizioni home video che lo inserivano nella versione in b/n). Nel caso del film di Schoedsack la Sinister ha fornito una special edition che comprende negli extra il trailer, la classica presentazione di Luigi Cozzi e addirittura il film completo (e inedito in Italia) “The Cyclops”, diretto nel 1957 da Bert I. Gordon, qui provvisto di sottotitoli in italiano.
“Lo scorpione nero”, invece, comprende la sola breve presentazione di Cozzi, malgrado sulla fascetta della custodia sia indicato anche il trailer.

Caratteristiche DVD di LO SCORPIONE NERO
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Presentazione di Luigi Cozzi

Caratteristiche DVD di DR. CYCLOPS
Video: 1.37:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi, Lungometraggio “The Cyclops” (1957).

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 12/12/2012 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags dottor cyclops, lo scorpione nero, schoedsack, king kong, technicolor, primo film a colori, fantascienza, mostri giganti, sinsiter film, cghv, recensioni, dvd