NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Rogue River", "Revenge City" e "Hush", recensioni DVD

Rogue River DVDLa Koch Media torna alla carica con un terzetto di horror/thriller recuperati tra le recenti produzioni internazionali colpevolmente ancora ignorate dalla distribuzione italiana, parlo di “Rogue River”, “Revenge City – The Girl from the Naked Eye” e “Panico – Hush”. L’attenzione già mostrata da questa etichetta per i film horror, recentemente espressa con “Sinister”, “W delta Z” e “Chained” ma anche qualche mese fa con con “I Spit on Your Grave” e “Faces in the Crowd”, si arricchisce ora di questi nuovi interessanti titoli che spaziano dal torture-porn all’horror su quattro ruote fino al thriller/noir d’azione.

“Rogue River” porta la firma del giovane Jourdan McClure che lo scorso anno ha esordito proprio con questo bizzarro horror a base di torture e affetti familiari deviati. “Rogue River” ci racconta la triste storia di Mara, una trentenne che ha appena perso il padre e desidera spargere le ceneri lungo il fiume dove da bambina il genitore la portava a fare piacevoli scampagnate, così da legare indelebilmente il ricordo del padre ai giorni più felici passati assieme. Giunta sul posto, Mara viene però avvicinata da un uomo di mezza età che la avverte che senza permesso è illegale spargere ceneri in quel luogo e si offre di accompagnarla a un albergo quanto la donna constata che la sua automobile è scomparsa. L’uomo porta invece Mara a casa sua, dove vuole presentarle sua moglie, che gentilmente la invita a cena e le chiede di fermarsi da loro anche la notte. Mara accetta, ma è una pessima idea, visto che i due coniugi sono dei pazzi che rapiscono e torturano le persone per appagare un loro malsano senso genitoriale mai esplicato.
L’impresa di McClure non è delle più semplici perché mette insieme due filoni dell’horror fin troppo sfruttati negli ultimi anni: il torture porn e la famiglia deviata. Del primo, in realtà, non c’è moltissimo, ma si riesce a dosare i momenti più crudi a un paio di scene che però risultano di grande impatto. Il tema della famiglia come tabernacolo di ogni male è visto sotto un punto di vista particolare che unisce la morbosità dei rapporti contro natura all’istinto genitoriale innato nell’essere umano. Alla fine si vanno a toccare punte di malsano che rendono il film anche piuttosto disturbante, ma si ha la sensazione che si siano rielaborati temi e idee di film del passato come “American Gothic” e “La casa nera” senza troppa fantasia.
Lungi dall’essere un film indimenticabile, “Rogue River” si lascia comunque guardare con interesse e incidono soprattutto le performance attoriali dei tre protagonisti, i due villain Bill Moseley e Lucinda Jenney e soprattutto la brava Michelle Page, che interpreta Mara.

Revenge City DVDCon “Revenge City – The Girl from the Naked Eye” siamo su tutt’altri territori, quelli del noir d’azione con risvolti da thriller violento. Jake fa da protettore e autista alle ragazze del Naked Eye, rinomato strip-club in cui si esibisce anche Sandy, di cui l’uomo è innamorato. Ma Sandy viene trovata morta, uccisa nel suo appartamento e Jake si mette alla ricerca del killer. Ma il suo primo obiettivo è il taccuino del suo capo, in cui sono segnati tutti i clienti con cui Sandy è stata negli ultimi giorni: tra di loro c’è l’assassino!
L’ispirazione è chiaramente fumettistica anche se “Revenge City” non traspone nessun titolo esistente, piuttosto cerca ispirazione da certi fumetti hard boiled, “Sin City” di Frank Miller su tutti, e dalla letteratura pulp, con tanto di rimandi grafici alle vecchie copertine con cui si apre (e chiude) anche il film. Il regista David Ren, che nel 2007 aveva già diretto “Shanghai Kiss”, scrive – insieme a Jason Yee e Larry Madill – e dirige un film dal ritmo forsennato, che parte in quarta con il ritrovamento del cadavere di Sandy e prosegue con la ricerca dei potenziali colpevoli, depennati da una death list come in “Kill Bill”. Ren gioca tutto sul connubio sesso e violenza, portando in scena tante belle donne svestite e scontri (corpo a corpo e a fuoco) all’ultimo sangue. Notevole lo scontro finale tra il protagonista Jason Yee e una moltitudine di avversari, consumato in un corridoio e ripreso lateralmente in pianosequenza come una famosa scena del coreano “Old Boy.
Unico punto a sfavore di un’opera divertente e ritmata e la messa in scena un po’ poveristica che lascia intravedere l’esiguo budget che c’era a monte. Cammeo della pornostar Sasha Grey.

Hush DVDL’ultimo titolo del lotto è “Hush – Panico”, film inglese del 2008 che vedeva il debutto di Mark Tonderai, regista del successo “The House at the End of the Street” con Jennifer Lawrence, di imminente uscita anche in Italia.
Zakes attacca cartelloni pubblicitari nelle stazioni di servizio lungo l’autostrada. Una notte si trova a percorrere uno dei suoi itinerari insieme alla fidanzata Beth, con la quale ha un altro dei frequenti battibecchi. Ma all’improvviso, su un camion che si trova proprio davanti alla loro auto, Zakes intravede una donna in gabbia che chiede aiuto. Il ragazzo chiama la polizia ma non ha sufficienti dati per far identificare il veicolo, così torna a fare il suo lavoro. Fermi alla nuova stazione di servizio, Zakes si assenta per attaccare i cartelloni ma al suo ritorno non trova più Beth, inoltre vede il camion sospetto proprio nella piazzola. Così decide di seguirlo, convinto che anche la sua ragazza sia finita là sopra.
Tonderai, che oltre a dirigere si occupa anche della sceneggiatura di “Hush”, si addentra nel fertile filone dei thriller su strada che da “Duel” a “The Hitcher”, passando per “In corsa con il diavolo” e “Radio Killer”, ne ha sfornati di tutti i gusti. Nello specifico, “Hush” sembra seguire pellicole come “The Vanishing”, “Breakdown” e “Rest Stop” in cui la scomparsa di un caro innesca l’azione del protagonista, intento a risolvere il mistero, sopravvivere e salvare chi gli sta a cuore. “Hush” è un film abbastanza compatto, con buoni momenti di tensione, che però ha il difetto di dilatare per 90 minuti una situazione di base senza introdurre sorprese, svolte o colpi di scena. Un thriller in tempo reale che si lascia guardare, forse annoia un po’, ma offre buoni spunti di tensione.

I tre DVD della Koch Media (i film sono stati distribuiti anche in alta definizione Blu Ray Disc) presentano tutti una buona qualità standard per i titoli di recente produzione. Video pulito e limpido in “Rogue River” e “Revenge City”, “Hush”, invece, presenta una leggera grana come precisa scelta artistica. Molto buono l’audio per tutti e tre i titoli, in 5.1 DTS e Dolby Digital 5.1 per la traccia italiana.
Purtroppo zero extra per “Hush” e solamente il trailer per “Revenge City” e “Rogue River”.

Caratteristiche DVD di ROGUE RIVER
Video: Widescreen 16:9 (1.78:1)
Audio: DTS 5.1 Italiano, Dolby Digital 5.1 Inglese, Italiano
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: Trailer

Caratteristiche DVD di REVENGE CITY
Video: Widescreen 16:9 (1.78:1)
Audio: DTS 5.1 Italiano, Dolby Digital 5.1 Inglese, Italiano
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: Trailer

Caratteristiche DVD di PANICO - HUSH
Video: Widescreen 16:9 (1.78:1)
Audio: DTS 5.1 Italiano, Dolby Digital 5.1 Inglese, Italiano
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: /

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 07/04/2013 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags koch media, rogue river, revenge city, the girl from the naked eye, hush, panico, mark tonderai, sasha grey, michelle page, dvd, blu ray, home video, recensioni