NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Paranormal Activity 4" e "Le Belve", recensioni Blu Ray Disc

Le Belve blu rayPer le uscite home video più recenti la Universal Pictures ha riservato due film visti nelle sale lo scorso autunno e che sicuramente desteranno interesse negli appassionati di film di genere, parlo dell’ultima fatica di Oliver Stone, “Le Belve”, e di “Paranormal Activity 4”.

Oliver Stone è un artista ecclettico e discontinuo, capace di passare da un film all’altro dal pulp al drammone, con estrema naturalezza e affiancando a veri pilastri del cinema come “Platoon”, “Wall Street”, “Nato il 4 luglio” e “Assassini nati” delle brutture come “U-Turn”, “W.” E “World Trade Center”. Si può notare come gran parte dei film meno riusciti del “nostro” sono rintracciabili nella ideale seconda parte della sua carriera, quella che inizia proprio con il pulp “U-Turn: Inversione di marcia”… e proprio con il genere pulp torna a cimentarsi Stone con “Le Belve”, tratto dal romanzo di Don Winsolow.
Seppur siamo lontani dai folli fasti di “Natural Born Killers – Assassini nati” (ma lì c’era anche lo zampino di Quentin Tarantino), “Le Belve” ha un fascino particolare che riporta il regista a confrontarsi con quello che probabilmente sa fare meglio: raccontare storie di individui borderline, ma dannatamente affascinanti e dall’etica a loro modo romantica. “Le Belve” ci racconta infatti di due amici per la pelle, Chon (Taylor Kitsch) e Ben (Aaron Johnson), che condividono tutto, dall’abitazione all’attività di coltivatori di marjuana, passando per la bella amica/amante Ophelia (Blake Lively). Due, anzi tre, spiriti liberi, che sognano le spiagge bianche dei Caraibi e giurano di mollare l’attività illegale da un momento all’altro. Ma il cartello a cui fa capo Elena (Salma Hayek) li prende di mira e vuole fare affari con loro anche se non sono d’accordo, così al primo segno di disinteresse dei due trafficanti, Elena fa rapire Ophelia e per Chon e Ben l’unica missione sarà recuperare la loro amata senza scendere a compromessi con i signori della droga.
Stone confeziona un convincente pulp romantico che ci presenta una serie di personaggi molto ben delineati, interpretati da attori molto capaci e se Benicio Del Toro e John Travolta sono semplicemente delle conferme, a stupire in positivo sono Blake Lively (vista in “Lanterna Verde”) e Aaron Johnson (“Kick-Ass”), che impersonano con convinzione e caparbietà due personaggi che avranno sicuramente appeal su chiunque guarda il film. Stupenda la fotografia e molto alta la dose di violenza, si poteva però sforbiciare sul montaggio perché se da una parte è vero che le quasi 2 ore e mezza di durata passano velocemente, è anche vero che si nota una certa prolissità nel racconto e qualche cosa inutile all’economia narrativa c’è.
Non il miglior Oliver Stone, ma sicuramente il suo film più riuscito da almeno una decina d’anni a questa parte.

Paranormal Activity 4 Blu rayCon “Paranormal Activity 4” siamo in territorio horror puro, quello da gustare di notte al buio e possibilmente in solitudine, così da lasciarsi condizionare meglio da ogni singolo scricchiolio misterioso. Che la saga iniziata da Oren Peli in estrema economia avrebbe fatto strada non ci avrebbero puntato in molti, ma addirittura credere che sarebbe arrivata a quattro film, con un quinto in arrivo, due spin-off e una moltitudine di imitazioni e parodie, beh, questo davvero ha lasciato tutti di sorpresa. Eppure l’efficacia e la semplicità di “Paranormal Activity” ha colpito e anche se i detrattori sono molti, bisogna ammettere che il film funziona, riesce a farci immedesimare nella quotidianità di due persone comuni che di punto in bianco si ritrovano catapultati in una situazione inquietante, spiati nella loro intimità e trattati come vittime nella loro stessa abitazione.
Con il passare dei sequel la storia s’è fatta più complessa e quella situazione minimale del primo film ha raccolto dettagli, particolari, fino a formare una vera e propria mitologia attorno alla figura di Kate, la sua famiglia e il demone con cui è entrata in contatto quando era bambina. Al deludente ma essenziale “Paranormal Activity 2” segue un terzo capitolo che è il più riuscito ad oggi, più dinamico e spaventoso, prequel che risponde a molte domande lasciate in sospeso dagli altri due. Ed è proprio il successo di critica e pubblico a cui è andato incontro “Paranormal Activity 3” che ha spinto la Paramount e Peli a riconfermare alla regia per il numero quattro la coppia di registi Henry Joost e Ariel Schulman. La mano del duo si nota perché “Paranormal Activity 4” è un film narrativo come – se non di più – il precedente capitolo, voglioso di abbandonare l’ormai stanca impostazione found footage dei primi episodi per trasformarsi in un horror “classico” anche se ripreso con camera a mano. I dispositivi di registrazione si moltiplicano e vanno giustamente a coinvolgere non più (o non solo) le classiche handycam, ma web cam di notebook e i-phone, con la bella trovata della Kinect della X-Box come dispositivo per rivelare la presenza del demone.
La storia segue le vicende di “Paranormal Activity 2”di cinque anni, spostando l’attenzione su una famiglia di fronte alla quale va ad abitare una misteriosa donna e il suo strano bambino. Quando la donna viene portata via dall’autoambulanza, il bambino va a stare per qualche giorno dalla famiglia di fronte e sembra aver portato con se una strana entità che presto si manifesta in tutta la sua violenza.
“Paranormal Activity 4” sa intrattenere e porta la storia a un livello successivo, trovando nella giovane Kathryn Newton una bella e brava protagonista, però le situazioni ormai cominciano a farsi ripetitive e il senso di novità che aleggiava sul primo film è ormai definitivamente svanito. Forse sarebbe il caso di mettere un punto.

La Universal Pictures distribuisce i due film sia in DVD che in alta definizione Blu Ray Disc.
“Le Belve” presenta una perfezione tecnica assoluta con una resa video nitidissima e limpida che va ad esaltare la già ottima fotografia del film che predilige colori caldi. Ottimo anche il comprato audio in doppia possibilità DTS-HD e Digital Sorround. Tra i contenuti extra del film di Stone abbiamo nove scene eliminate e uno speciale (Belve senza emozioni) diviso in cinque capitoli e della durata complessiva di oltre 30 minuti. Inoltre il Blu ray comprende la versione estesa del film (con scene direttamente integrate e doppiate) e anche il codice per scaricare la copia digitale del film.
“Paranormal Activity 4” esclusivamente per la versione blu ray contiene sia la versione cinematografica del film che quella estesa, che dura quasi 10 minuti in più, concentrati quasi tutti nella prima parte del film. Molto buona la resa video che paradossalmente acquista molto con l’alta definizione, vista anche la natura digitale dei mezzi di registrazione di cui si avvale il film e ottima la traccia audio, che va ad esaltare i numerosi effetti sonori del film. Tra i contenuti extra troviamo solo i “File recuperati”, 28 minuti supplementari di scene inedite che vanno ad integrarsi alle situazioni viste nel film.

Caratteristiche Blu Ray Disc di LE BELVE
Video: HD 1080p (2.40:1)
Audio: DTS-HD MA 5.1 Italiano, Inglese; DTS Sorround 5.1 Italiano, Tedesco, Spagnolo
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Tedesco,Spagnolo, Cinese, danese, Olandese, Finlandese, Islandese, Coreano, Norvegese, Portoghese, Svedese, Arabo.
Extra: Speciale: Belve senza emozioni, Scene tagliate, Copia digitale

Caratteristiche Blu Ray Disc di PARANORMAL ACTIVITY 4
Video: HD 1080p (1.78:1)
Audio: DTS-HD MA 5.1 Italiano, Inglese; Dolby Digital 5.1 Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco.
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Danese, Finlandese, Francese, Norvegese, Olandese, Svedese, Spagnolo, Tedesco
Extra: Versione estesa, I file recuperati

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 25/04/2013 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags paranormal activity 4, le belve, oliver stone, blake lively, taylor kitsch, aaron johnson, kathryn newton, universal pictures, dvd, blu ray, home video, recensione