NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato", recensione del Blu Ray 3D

Lo Hobbit blu rayDopo aver trionfato al botteghino durante le ultime feste natalizie, guadagnando oltre 16 milioni di euro e piazzandosi in cima alle classifiche italiane, il ritorno di Peter Jackson all’universo di Tolkien con “Lo Hobbit” arriva ora in home video da Warner Bros. in DVD e in una ricchissima edizione Blu Ray Disc a due dischi, più un’edizione in Blu Ray 3D a quattro dischi che prenderemo qui in esame.

La trilogia tratta da “Il signore degli anelli” che ha popolato le sale cinematografiche dal 2001 al 2003 facendo guadagnare a Peter Jackson un oscar per la regia (“Il ritorno del Re”) e aggiudicandosi nel complesso 17 statuette, diventando così la saga con maggiori Oscar vinti nella storia. “Il signore degli anelli” è stato dunque uno dei successi più grandi della storia del cinema e la New Line non poteva mollare l’osso considerando che Tolkien ha scritto altro oltre alla celebre trilogia e così nasce il progetto “Lo Hobbit” che si pone come prequel alla trilogia, presentandosi a sua volta come nuova trilogia, guardando un po’ alla lezione impartita (in un arco di tempo molto più ampio) dalla saga di “Star Wars”.
Inizialmente doveva essere Guillermo Del Toro a dirigere “Lo Hobbit” che, tra l’altro, doveva essere composto da soli due film. Poi qualche cosa è andata storta e Del Toro è rimasto tra gli sceneggiatori, ripassando il testimone a Peter Jackson, una garanzia per chi aveva amato i precedenti film, anche se vedere uno in gamba come Del Toro alle prese con un fantasy del genere sarebbe stato sfizioso.
Seguendo il romanzo d’origine e impolpandolo con eventi e personaggi all’epoca scartati da “Il signore degli anelli” e presi anche da altri scritti di Tolkien, Peter Jackson ci conduce nell’avventura di Bilbo Baggins 60 anni prima quello che era stato raccontato nella precedente trilogia. Gandalf (sempre interpretato dall’ottimo Ian McKellen) cerca di convincere Bilbo (Martin Freeman) a seguire lui e 12 nani nell’impresa di riconquistare Erebor, città dei nani occupata dal terribile drago Smaug. Dopo un iniziale rifiuto, Bilbo si fa convincere e accompagna l’amico stregone e i nani, capeggiati da Thorin Scudodiquercia; tra orchi, troll, goblin e il primo incontro con Gollum, la compagnia dovrà vedersela con l’orco albino Azog, detto il Profanotore, e un misterioso negromante.
Jackson, proprio come aveva annunciato, da un tono differente a questo film in confronto alla precedente trilogia, meno epico e più fiabesco, giocoso, anche se non mancano scene molto dark e situazioni decisamente cruente con una galleria di mostri davvero invidiabile. A far da padrone – e rubare la scena più di una volta ai protagonisti – c’è Azog il Profanatore, un terribile orco bianco che cavalca un mannaro dello stesso colore e ha un forcone al posto di una mano, ricordo di un suo precedente scontro con il suo odiato Thorin Scudodiquercia. Gran parte dei personaggi funzionano a dovere, a cominciare dalla vecchia conoscenza Gandalf e dal Bilbo di Freeman, invece non convincono i nani, troppi e di conseguenza poco caratterizzati con la delusione di un Thorin (interpreatto da Richard Armitage) incredibilmente privo di carisma.
Ricco di scene madri, alcune di grande impatto, come l’incontro tra Bilbo e Gollum, “Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato” si lascia guardare con grande piacere, diverte e appassiona, proprio come è accaduto con i precedenti film di Peter Jackson tratti da Tolkien. Questo ha il pregio di risultare più scorrevole e svelto degli altri, malgrado le quasi tre ore di durata, ma allo stesso tempo da l’impressione che la voglia di guadagnare soldi dei produttori abbia il sopravvento sulla reale utilità di questa nuova trilogia, destinata a dilatare in nove ore un romanzo da 300 pagine.

“Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato” ha avuto un primato quando è uscito nelle sale cinematografiche: è stato il primo film ad utilizzare i 48 fotogrammi al secondo, regalando un maggiore realismo dell’immagine. Ovviamente per queste edizioni home video i 48FPS non sono stati riproposti, visto che la tecnologia casalinga ancora non lo consente, quindi il blu ray presenta il classico formato a 24 fotogrammi.
L’edizione in nostro possesso contiene quattro dischi, come si diceva, più la copia digitale del film. I primi due dischi contengono il film in 3D (purtroppo diviso in due parti, 1h e 31’ sul disco 1 e le restanti 1h e 15’ sul secondo disco), il terzo disco ha il film in 2D e il quarto disco i contenuti extra. Il 3D, come ci si aspettava, è di livelli altissimi, un’esperienza immersiva che bissa quella già vissuta al cinema e, se possibile, la migliora (personalmente non ho apprezzato moltissimo i 48FPS) con una limpidezza d’immagine incredibile. Del resto la resa video è curatissima e questo si nota anche nell’edizione in 2D, che restituisce lo splendore dei paesaggi e delle affascinanti scelte visive che Peter Jackson ha voluto per il film. Non da meno il comparto audio, che per la traccia in inglese ha il DTS-HD 7.1 mentre per quella italiana un Dolby Digital 5.1 potente e chiara.
Ricco il comparto extra che comprende oltre 2 ore di videoblog, ovvero 10 speciali realizzati durante le riprese del film che ci raccontano la lavorazione attraverso gli occhi dei protagonisti, a questi aggiungiamo uno speciale di 7 minuti sulle locations della Nuova Zelanda e una lunga carrellata di trailers cinematografici e dei videogames.

Caratteristiche Blu Ray 3D di LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO
Video: 1080p Hight Definition 2.40:1
Audio: 2D: DTS HD Master Audio 7.1 Inglese; Dolby digital 5.1 Italiano, Francese, Mandarino, Inglese
3D: DTS HD Master Audio 7.1 Inglese; Dolby digital 5.1 Italiano, Francese, Mandarino, Spagnolo, Catalano, Inglese
Sottotitoli: Rumeno, Ungherese, Arabo, Ebraico, Bulgaro, Spagnolo, Cinese, Olandese, Francese.
Extra: 10 speciali videoblog, Nuova Zelanda: La Casa della terra di Mezzo, Trailers, Copia digitale.

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 05/05/2013 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags lo hobbit, un viaggio inaspettato, 3d, blu ray 3d, home video, recensione, tolkien, peter jackson, martin freeman, warner bros