NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Sinister Film Vol. 7: "Homicidal", "Uomini Coccodrillo", "Gli orrori di Frankenstein"

HomicidalL'ormai collaudata e amata etichetta Sinister Film, distribuita da CG Home Video, specializzata in cinema horror, noir e fantascientifico, ha appena rilasciato sul mercato italiano in DVD tre chicche che ogni appassionato di horror e fantastico non può lasciarsi sfuggire: "Homicidal", "Uomini coccodrillo" e "Gli orrori di Frankenstein".

Nei mesi passati, la Sinister Film ha distribuito molti film dell'eclettico William Castle, conosciuto soprattutto per i suoi "movie gimmicks", ovvero quelle trovate sensazionalistiche legate alla promozione dei suoi film: risarcimenti in caso di infarto degli spettatori, freeze frame per dare modo agli spettatori più sensibili di abbandonare la visione, occhiali speciali per vedere gli spettri, mascherine senza fori per gli occhi da indossare per distogliere lo sguardo nelle scene più spaventose, scosse elettriche nei cinema e tanto altro. A volte si trattava di espedienti per attirare spettatori qualora il film fosse consapevolmente una baracconata poco interessante, ma spesso si trattava di geniali trovate di marketing che accompagnavano film davvero buoni e innovativi. "Homicidal" si inserisce in un mini-filone, quello dello psycho-thriller avviato da "Psycho" di Hitchcock, a cui lo stesso Castle ha contribuito con una interessantissima trilogia composta anche da "Gli occhi degli altri" e "5 corpi senza testa" (entrambi disponibili per Sinister Film). "Homicidal" è proprio il primo della trilogia e possiede molti elementi che poi ritroveremo in "5 corpi senza testa" di chiara ispirazione hitchcockiana.
La storia racconta di Emily, un’infermiera impiegata presso la casa di un’anziana signora paralitica e muta. Però Emily si comporta in maniera strana con la signora e sua nipote Miriam comincia a sospettare che Emily sia intenzionata ad ucciderla. Di più non si può raccontare perché la sceneggiatura di Robb White riserva davvero belle sorprese e ha un colpo di scena finale che si può facilmente intuire se si è avvezzi al genere, ma che risulta praticamente geniale se inserito nel complesso dell’opera.
“Homicidal” ha una tensione costante e mostra un ritmo incalzante, che si fa forte di una storia comunque molto interessante e ben raccontata. Poi gli attori risultano piuttosto convincenti, in particolare Joan Marshall che da corpo all’affascinante e ambigua Emily.
Come si diceva in apertura, Castle è il re dei gimmicks e anche in “Homicidal” escogita un gioco che poi ha fatto scuola. A pochi minuti dalla fine compare un orologio sullo schermo che da pochi secondi allo spettatore per abbandonare la sala, visto che quella che seguirà è una scena shock. Scaduto il tempo il film riparte, mostrando l’epilogo della vicenda.
Un gioiellino da recuperare assolutamente!

Uomini Coccodrillo“Uomini coccodrillo” è un singolare fanta-horror di fine anni ’50 che va ad inserirsi in quel mini-filone delle mutazioni genetiche, in realtà poco frequentato all’epoca e molto più caratteristico degli anni a venire. Come recita l’esplicativo titolo, la mutazione concerne l’essere umano e il rettile, l’alligatore, in particolare (anche se il titolo italiano parla di coccodrilli, andando a stravolgere “The Alligator People”), che in questo caso è la chiave di volta capace di rendere l’uomo invulnerabile perché fornito di cellule autorigeneranti. Ma quando c’è un mad doctor di mezzo si sa come vanno queste cose e la scienza si mostra beffarda, tanto che il risultato di questi esperimenti sono immondi ibridi uomo-rettile. La storia prende avvio da un matrimonio, quello tra Paul e Jane, ma mentre i due sono in viaggio di nozze, lui scompare e lei va a cercarlo a casa della madre, tra le paludi della Louisiana, dove l’uomo si è rifugiato per completare il trattamento sperimentale del dottor Sinclair che dovrebbe guarirlo dalle ustioni che gli avevano distrutto il corpo.
Alla regia di “Uomini coccodrillo” c’è Roy Del Ruth, già autore della riduzione da Poe “Il mostro della via Morgue”, che qui dirige per la 20th Century Fox questo originale fanta-horror che però non appare riuscito fino in fondo. Il soggetto ha potenziale ma non sembra del tutto sfruttato, visto che nel film spesso si gira a vuoto, relegando solo agli ultimissimi minuti l’azione del mostro. A vedere il look un po’ goffo si potrebbe anche dire che è un bene che l’uomo coccodrillo si veda così poco, però viene meno quel senso ludico che questi film riuscivano sempre e comunque ad offrire. Ottima però l’atmosfera palustre, classico scenario da horror ambientato in Louisiana, tra sabbie mobili, cacciatori e temibili alligatori.
Tra gli attori, oltre alla protagonista Beverly Garland di tanta tv, possiamo riconoscere Lon Chaney, nei panni del violento guardiano della palude.
Non del tutto riuscito ma meritevole di essere riscoperto.

Gli orrori di Frankenstein“Gli orrori di Frankenstein” è un film della mitica casa britannica Hammer Film Production, il penultimo del celebre ciclo di Frankenstein e, curiosamente, il meno amato dai fan. Il perché è presto detto: innanzitutto è l’unico della saga a non avere nel cast Peter Cushing a impersonare il barone Victor Frankenstein, insieme a “La rivolta di Frankenstein” è l’unico a non portare la firma di Terence Fisher e, soprattutto, a distanza di poco più di dieci anni, si propone come remake del primo bellissimo film “La maschera di Frankenstein”. Si vede che le idee erano terminate e riportare ad ogni film Victor in scena attribuendogli mostri di ogni tipo aveva messo in crisi gli sceneggiatori, così Jimmy Sangster, sceneggiatore di alcuni dei migliori e storici film della Hammer, tra cui anche il primo Frankenstein, qui dietro la macchina da presa, decide di rifare il successo di allora, cambiando però tono del racconto. La storia è la medesima, ovvero quella del bel romanzo di Mary Shelley, però Sangster sostituisce quell’alone funereo che solitamente avvolge l’opera con un po’ di ironia. La contaminazione non è stata gradita, i fan hanno protestato e per il successivo e ultimo capitolo della saga, “Frankenstein e il mostro dell’inferno” tornano Cushing, Fisher e si segue la storyline principale.
“Gli orrori di Frankenstein” ha comunque i suoi bei momenti, Ralph Bates è un buon Victor Frankenstein, anche se il confronto con Cushing purtroppo non ha mai giocato a suo favore, il mostro ha un look che vorrebbe richiamare il mostro della Universal interpretato da Karloff e risulta efficacemente inquietante. Tra l’altro, il ruolo del mostro è interpretato da David Prowse, che qualche anno dopo diventerà famoso per il ruolo di Darth Vader in “Star Wars”. E infine la conturbante Kate O’Mara, già interprete nel cult “Vampiri amanti”, offre quel tocco di piccante che ogni film della Hammer anni ’70 doveva avere.

Ottime edizioni quelle targate Sinster/CG Home video, con una resa video pulita in tutti e tre i casi, malgrado gli anni sul groppone di questi titoli. Molto buono anche l’audio, che ovviamente è mono, ma risulta sempre limpido e soprattutto rispettoso del doppiaggio d’epoca. Anzi, a tal riguardo, troviamo alcune scene dei film – in particolare “Uomini Coccodrillo” – in lingua originale sottotitolate, come annuncia un cartello a inizio film, con il recupero in alcuni casi dell’integralità dell’opera.
Tra i contenuti extra abbiamo le consuete presentazioni del simpatico Luigi Cozzi che ci parla dei film in questione dal negozi romano Profondo Rosso che gestisce, inoltre in “Homicidal” e “Uomini coccodrillo” è presente anche il trailer originale dell’opera.

Caratteristiche DVD di HOMICIDAL
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Presentazione di Luigi Cozzi, Trailer originale

Caratteristiche DVD di UOMINI COCCODRILLO
Video: 2.35:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi

Caratteristiche DVD di GLI ORRORI DI FRANKENSTEIN
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Presentazione di Luigi Cozzi

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 04/06/2013 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags homicidal, william castle, uomini coccodrillo, gli orrori di frankenstein, jimmy sansgter, kate o'mara, hammer film, sinister film, cg home video, recensioni, dvd