NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Sinister Film Vol. 8: "Le messe nere della Contessa Dracula", "Le vergini di Dunwich" e "Terremoto 10°"

Le messe nere della contessa dracula dvdAncora, ancora e ancora film cult dal passato horror e fantastico per Sinister Film, l’etichetta di DVD distribuita da CG Home Video che è ormai una garanzia. Per questa nuova ondata estiva di titoli, abbiamo scelto tre film molto diversi tra loro ma sicuramente meritevoli di essere riscoperti e recuperati, mi riferisco in particolare allo spagnolo “Le messe nere della contessa Dracula”, il lovecraftiano “Le vergini di Dunwich” e il giapponese “Terremoto 10° grado”.

Paul Naschy è un nome ben noto agli spettatori del cinema di genere, vista la mole considerevole di pellicole horror e fantastiche che tra gli anni ’60 e oggi lo hanno visto in prima linea come attore (ha recitato in oltre 100 film!), regista e sceneggiatore. Tra i tanti però il personaggio che l’ha reso noto al pubblico è soprattutto l’uomo lupo Waldemar Daninsky, protagonista di ben 12 film, tra i quali c’è anche “Le messe nere della contessa Dracula”. Una saga, quella che in spagna è nota come “el Hombre Lobo”, iniziata nel 1968 con l’inedito in Italia “Las noches del Hombre Lobo” e che nel 1971 con “Le messe nere della contessa Dracula” – che in originale è “La noche de Walpurgis” – arrivava al suo quarto capitolo.
Con la regia dell’argentino Léon Klimovsky, il film racconta l’avventura della ricercatrice Elvira che si reca in Germania insieme alla sua amica Genevieve per indagare sulla tomba della vampira Wandessa Dracula De Nadasdy. La tomba sembra essere situata nei pressi di una villa dove vive Waldemar Daninsky e sua sorella pazza Elizabeth. Le due donne vengono ospitate nella casa dei Daninsky, ma Waldemar nasconde un segreto: è un licantropo e solamente una persona innamorata di lui può spezzare la maledizione che lo affligge.
La trovata che sta dietro a “Le messe nere della contessa Dracula” è di unire alla minaccia del solito lupo mannaro anche un altro mostro classico, in questo caso una vampira, cosa che poi tornerà ad essere proposta con mostri differenti in “Dr. Jekyll y el Hombre Lobo” (1972) e “Il licantropo e lo yeti” (1975). Il film in questione si assesta su standard qualitativi medio-buoni, usufruendo di una bella fotografia dai colori pastello e di atmosfere gotiche affascinanti; anche gli interpreti funzionano bene e se Paul Naschy è comunque una garanzia, si fanno ricordare con piacere anche le presenze femminili, in particolare le protagoniste Gaby Fuchs e Barbara Capell, che inevitabilmente si esibiscono anche in scene sexy immancabili per la riuscita di questi film. La presenza della vampira appare piuttosto un pretesto per portare in scena ancora una volta el Hombre Lobo e infatti la Contessa è relegata solo alla seconda metà del film, dando però un’impronta a questo lavoro che lo fa accomunare a una versione più soft dei film sulle vampire nude dei contemporanei Jean Rollin e Jesus Franco.
Forse c’è qualche lungaggine che si poteva evitare, ma “Le messe nere della contessa Dracula” è comunque uno di quei film dal fascino innato che sicuramente farà la felicità degli appassionati degli horror tardo gotici. Esiste un sequel diretto intitolato “El retorno de Walpurgis” del 1973, inedito in Italia.

Le vergini di dunwich dvdÈ del 1970 diretto dall’inglese Daniel Haller “Le vergini di Dunwich”, che già dal titolo non si fatica a capire che non si tratta altro che della trasposizione cinematografica di una delle più famose opere di H. P. Lovecraft, “L’orrore di Dunwitch”.
Il film di Haller si inserisce nella strategia della American International Pictures di portare sul grande schermo, dietro la supervisione di Roger Corman, alcuni racconti di Lovecraft, dopo che era stata fatta la stessa cosa con quelli di Edgar Allan Poe. Il primo del ciclo fu “La città dei mostri” (1963) diretto dallo stesso Corman e “Le vergini di Dunwich” arriva per terzo, dopo che lo stesso Haller aveva già diretto per la AIP “La morte dall’occhio di cristallo” (1965) tratto liberamente da “Il colore venuto dallo spazio”.
In “Le vergini di Dunwich” c’è praticamente tutto quello che si potrebbe cercare da un film tratto da Lovecraft visto che il paese del titolo è la location principale, si parla dei Grandi Antichi (“Anziani”, nel doppiaggio italiano), c’è Arkham (qui è un’Università), il Necronomicon e chi più ne ha ne metta. Il problema però è che non si respira affatto l’atmosfera lovecraftiana di cui “Gli orrori di Dunwich” è uno dei maggiori rappresentati. La storia ci racconta della studentessa Nancy che si lascia sedurre dal ricercatore Wilbur Whateley, che la conduce con se a Dunwich con l’intento di sacrificarla a una razza di antichi demoni che una volta dominavano la Terra. Tra misteri sul passato familiare di Wilbur, paranoia dei villici, messe nere ed eroici atti di salvataggio, il film di Haller non centra il bersaglio e seppur risulti del tutto godibile e interessante, piuttosto che evocare il “solitario di Providence” sembra fare il verso a certo cinema demoniaco alla Rosemary’s Baby.
Mediocrissimi gli effetti visivi e una vena pop-psichedelica che ci tiene a sottolineare il periodo di produzione del film.

Terremoto 10 grado dvdIl migliore del terzetto è un monster movie nipponico di fine anni ’70, del 1977 per la precisione, “Terremoto 10° grado”, un tardo kaiju-eiga (come sono chiamati i film di mostri in Giappone) che tenta di unire la sempre verde moda dello scontro tra mostri giganti all’interesse per la criptozoologia. In particolare in questo film si racconta del ritrovamento di gigantesche uova preistoriche in una grotta emersa da una fenditura nel terreno causata da una forte scossa di terremoto. Allo stesso tempo, mentre le scosse continuano, un mostruoso rettile preistorico si materializza nella acque di una località balneare. La gente precipita nel terrore e quando le uova si schiudono, nasce uno pterodattilo pronto a seminare anch’esso il terrore tra gli abitanti e allo stesso tempo rivale del mostro marino.
Il film diretto da Junji Kurata, oltre a portare in scena la distruzione causata da mostri abnormi e lo scontro tra gli stessi, riesce a cavalcare l’onda del successo spielberghiano e nella prima parte, quando fa la sua comparsa una sorta di plesiosauro, si respira molto l’atmosfera de “Lo squalo”, con tanto di festicciola di paese rovinata dagli attacchi del mostro.
“Terremoto 10° grado” è un film molto spensierato, che utilizza il messaggio ecologista (la paura verso il monte Fujiama, venerato come un dio che sembra si stia vendicando contro gli uomini) per portare in scena un kaiju-eiga piuttosto sanguinoso e che non tralascia neanche un paio di scene sexy. Forse il limite di questo film sono alcuni effetti speciali di cui si fa un grande sfoggio nell’ultima parte, con uno scontro tra i due mostri troppo lungo e dettagliato che ha l’effetto controproducente di apparire ridicolo lì dove il film era riuscito fino a quel punto a dimostrarsi sempre molto dignitoso.

Ottima la qualità video dei tre film qui trattati, usciti soli in DVD come da abitudine della Sinister Film. In tutti e tre i casi troviamo un video rimasterizzato che restituisce alla perfezione il formato originale e presenta un’ottima resa dei colori, molto curati come molti film degli anni ’70. Per quanto riguarda l’audio, la traccia italiana è spesso alternata a quella originale con i sottotitoli italiani, come anticipato in un cartello a inizio film. Quel cartello ormai è una prassi per i film della Sinister, e a volte capita che poi il film sia completamente doppiato in italiano, invece in questo caso ci sono diverse sequenze con audio originale, con il caso clamoroso di “Terremoto 10° grado” che presenta la maggior parte del film in lingua giapponese con i sottotitoli.
Classici extra che comprendono Trailer cinematografico e presentazione del simpatico Luigi Cozzi.

Caratteristiche DVD di LE MESSE NERE DELLA CONTESSA DRACULA
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Spagnolo Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Presentazione di Luigi Cozzi

Caratteristiche DVD di LE VERGINI DI DUNWICH
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi

Caratteristiche DVD di TERREMOTO 10° GRADO
Video: 2.35:1
Audio: Italiano, Giapponese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 30/06/2013 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags sinister film, cg home video, le messe nere della contessa dracula, vampira, lupo mannaro, paul naschy, waldemar daninsky, terremoto 10 grado, le vergini di dunwich, lovecraft