NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Tulpa" e "Cannibal Holocaust", recensioni Blu-ray Disc Cinekult

Tulpa blu rayL’instancabile etichetta Cinekult, sostenuta come sempre da CG Home Video, continua la sua missione di “riscoperta” del cinema di genere italiano con l’intento di riportare sul mercato vecchie chicche tricolore finite fuori catalogo da anni o, in alcuni casi, persino ancora inedite in DVD nel nostro Paese. Accanto a questa nobile missione di recupero di piccoli grandi film del passato, si aggiunge l’interesse a voler dare diffusione a quelle che da alcuni sono considerate le nuove frontiere del cinema di genere italiano. Disponibili sul mercato solo recentemente “Cannibal Holocaust”, per la prima volta in alta definizione grazie al supporto Blu-ray Disc, e “Tulpa – Perdizioni Mortali”.

Prima di parlare del “vecchio” prendiamo in esame il “nuovo”.

“Tulpa – Perdizioni Mortali” è l’ultima fatica di Federico Zampaglione, noto cantante dei Tiromancino e ormai bizzarramente proclamato nuovo guru del cinema horror italiano. Dopo la black comedy “Nerobifamiliare”, Zampaglione si era già affacciato all’horror con l’interessante “Shadow – L’ombra” che, nel suo piccolo, era davvero una ventata d’aria fresca all’interno di un genere in Italia morto da svariati decenni. Zampaglione ci riprova e questa volta tenta la carta dell’omaggio cadendo anche lui nella logora tendenza a voler rievocare ancora una volta il giallo all’italiana che fece la fortuna di Argento negli anni ’70. Gli ingredienti, dunque, sono più o meno sempre quelli: killer nero vestito con impermeabile e guanti di pelle, un pugnale, un segreto che non può venire a galla e qualche omicidio un po’ più violento e fantasioso del solito. A smuovere le danze ci pensa Claudia Gerini, una manager in carriera con un vizio inconfessabile che scopre di conoscere tutte le vittime che stanno cadendo sotto la lama di uno spietato killer. Solo un caso? Oppure c’è davvero un disegno dietro le gesta del pericoloso maniaco?
Una pellicola capace di dividere il pubblico sin da subito ed alimentare sane discussioni. Scritto a quattro mani da Giacomo Gensini e Zampaglione stesso, che ha dichiarato di voler realizzare un film omaggio al cinema con cui è stato “svezzato”, sotto la supervisione di Dardano Sacchetti che ne firma il soggetto, il film presenta enormi difetti proprio nella scrittura rivelando giganteschi limiti narrativi con uno sviluppo dell’indagine molto carente in favore della messa in scena di omicidi piuttosto elaborati. Un cast ricco che vede coinvolti, oltre alla Gerini, Michele Placido, Michela Cescon e l’efficace Nuot Arquint già visto nel precedente film del regista. Difetti e pregi si susseguono ed alternano per tutta la durata del film, ma la vera domanda è: questa volta siamo davvero davanti alla decantata rinascita del cinema horror italiano? Noi ci siamo dati una risposta… e voi?

Il film viene distribuito da CG Home Video in ben tre edizioni: DVD, in alta definizione Blu-ray Disc e in un gustoso cofanetto DVD contenente sia “Tulpa” che “Shadow”, il precedente horror firmato da Zampaglione. Noi abbiamo preso in esame il Blu-ray Disc del film e ne siamo rimasti abbastanza soddisfatti. Sotto un profilo puramente tecnico il film si difende molto bene grazie ad un video molto nitido, che non perde risoluzione nemmeno nelle sequenze più buie e un audio squillante. Reparto extra un po’ debolino (considerando che Cinekult confeziona sempre edizioni molto ricche e ricordando il bellissimo cofanetto per l’uscita di Shadow) comprendente un Making of, con interviste al regista, agli attori, ai musicisti e ai tecnici degli effetti speciali, della durata di 18 minuti; il trailer del film e la galleria fotografica.

Passando al “vecchio”…
Cannibal Holocaust blu ray
L’operazione “recupero” di Cinekult cui si accennava in apertura compie un passo importante dal momento che viene finalmente editato in alta definizione, anche nel nostro Paese, “Cannibal Holocaust” film di culto diretto da Ruggero Deodato che oltre a divenire massimo esponente del cannibal movie all’italiana ha sicuramente ridefinito i limiti dell’estremo per ciò che riguarda la settima arte. Per molti si tratta indubbiamente di un capolavoro senza tempo, per altri un ignobile film che sa spingersi oltre i confini della morale. Nella buona e nella cattiva sorte, però, resta sicuramente una pellicola importante per la nostra cinematografia…e non solo. È di prossima uscita anche nelle sale italiane “The Green Inferno”, cannibal movie diretto da Eli Roth e dichiarato omaggio (e prova d’amore) al film di Deodato, e dunque non poteva essere scelto momento migliore per distribuire in Blu-ray Disc “Cannibal Holocaust” e dare modo a chiunque voglia sia di recuperarlo sia di riscoprirlo.

Già in passato erano state fatte prelibate edizioni DVD di questo film ricche di contenuti extra capaci di sviscerare su ogni fronte il film e approfondirlo a dovere, ciò nonostante questa nuova edizione Cinekult riesce comunque a risultare appetitosa grazie ad una serie di nuovi documentari ed inserti speciali appositamente realizzati dal gruppo Nocturno e che rappresentano il motivo di maggior interesse di queste nuova edizione del film. Il primo inserto speciale da segnalare è sicuramente l’interessantissimo e completo documentario The Cannibal Files che offre una lunga intervista a Ruggero Deodato della durata di 1 ora e 1 minuto utile ad approfondire, anche grazie a preziosi aneddoti, ulteriori aspetti circa l’ideazione e la lavorazione del film. A seguire The Alan Yates Files, ossia un’intervista di 28 minuti all’attore protagonista Carl Gabriel Yorke; The Green Inferno Files, una doppia intervista a Eli Roth e Ruggero Deodato della durata di 32 minuti in cui il regista di “Hostel” ci racconta il suo amore verso l’opera in questione e ciò che lo ha spinto ad omaggiarla con il suo ultimo film “The Green Inferno”. Come se non bastasse, a rendere il prodotto ancora più appetibile, sono nascosti (e difficili da trovare, oltre tutto) degli Easter Egg che comprendono delle Featurette e un interessante confronto tra Ruggero Deodato e Umberto Lenzi per la durata complessiva di 17 minuti. Quale sia l’utilità dell’easter egg è tutt’oggi un mistero: avere un contenuto interessante e rischiare che nessuno possa trovarlo ha l’aria d’essere davvero un’operazione fine a se stessa.
Per ciò che concerne l’aspetto tecnico del prodotto c’è poco da ridire. L’audio è pulito e squillante, mentre il video un po’ ne risente del transfer HD e l’immagine non sempre è ottimale così da palesare un’evidente grana in alcune sequenze del film.

Se volete leggere la nostra recensione di “Tulpa – Perdizioni mortali” cliccate qui


TULPA – PERDIZIONI MORTALI di Federico Zampaglione
Label: CG Home Video
Formato: Bluray Disc (disponibile anche in DVD, Cofanetto DVD Tulpa + Shadow)
Video: 1080p HD 2,35:1
Audio: Dts-Hd Master Audio Italiano 5.1
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: Making of, Trailer, Galleria fotografica

CANNIBAL HOLOCAUST di Ruggero Deodato
Label: CG Home Video
Formato: Bluray Disc
Video: HD 1080 16:9 – 1.66:1
Audio: Dolby Digital 2.0 Italiano e Inglese
Sottotitoli: Italiano, Italiano per non udenti
Extra: The Cannibal Files: intervista a Ruggero Deodato, The Alan Yates Files: intervista a Carl Gabriel Yorke, The Green Inferno Files: intervista a Eli Roth, Trailer Cinekult, Easter Egg

Autore: Giuliano Giacomelli - Data: 11/01/2014 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags tulpa, federico zampaglione, claudia gerini nuda, cannibal holocaust, ruggero deodato, eli roth, the green inferno, dvd, blu ray disc, home video, cg home video, cinekult, recensione