NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Dark Skies - Oscure Presenze", il DVD

Dark SkiesDopo aver terrorizzato le platee cinematografiche e aver ricevuto una larga serie di consensi da parte di pubblico e critica specializzata, arriva in home video distribuito da Koch Media “Dark Skies – Oscure presenze”, l’home invasion fantascientifico scritto e diretto da Scott Stewart.

Conciliando la politica che sta dietro alla casa di produzione di Jason Blum (la BlumHouse), ovvero atmosfera e spaventi con il minimo investimento economico, Scott Stewart, che era abituato a tutt’altri film e altri budget con i suoi precedenti “Legion” e “Priest”, va ad inserire “Dark Skies” in quella serie di pellicole che puntano tutto sull’inquietudine, tralasciando completamente azione e sangue e limitando al minimo indispensabile gli effetti speciali. Se da una parte comincia a farsi evidente il sentore che i prodotti della Blumhouse si somiglino un po’ tutti – da “Paranormal Activity” a “Insidious” e “Sinister” – è anche vero che questo fare di necessità virtù spesso e volentieri da buoni frutti e anche “Dark Skies” riesce a donarci momenti di reale e genuino terrore. Si tratta di un film fondato sull’accumulo di eventi, una lenta e progressiva discesa nell’incubo che trova nell’ultima parte un efficacissimo climax e alcune intelligenti intuizioni di sceneggiatura che ci riservano anche dei colpi di scena. Spesso il linguaggio utilizzato è vicino a quello dei film di fantasmi, con ombre notturne, scricchiolii e oggetti dotati di vita propria, con un epilogo che ricorda invece quei film di invasione domestica che negli ultimissimi mesi sembrano essere tornati di gran moda.
Oltre all’invasione suicida degli uccelli, le scene che colpiscono di più sono quelle che interessano le manifestazioni degli alieni, sapientemente lasciati sempre in ombra e dosate con il contagocce per accentuarne la presa orrorifica.
Malgrado qualche caduta di tono, il film ha comunque la sua efficacia e ci riserva alcuni dei momenti più spaventosi che hanno per protagonisti i “grigi” che si siano visti al cinema da molti anni a questa parte.
Alla fine guardando “Dark Skies” si ha quasi la sensazione di assistere a un “Paranormal Activity” in terza persona che confluisce in “Signs”, nulla di nuovo dunque, ma la visione è piacevole e, se siete suggestionabili, qualche notte insonne è garantita.

La Koch Media distribuisce “Dark Skies – Oscure presenze” sia in DVD che in alta definizione Blu-ray Disc, ma noi abbiamo preso in esame la prima soluzione. Diciamo subito che un film come “Dark Skies” sicuramente ci guadagna dall’alta definizione soprattutto per il massiccio uso di scene buie che sul DVD, pur se restituite in maniera quasi sempre efficace, di tanto in tanto cedono mancando del giusto contrasto. Ottimo invece l’audio, che nella traccia italiana in Dolby Digital 5.1 manifesta tutta la potenza di cui un film del genere ha bisogno per far saltare dalla poltrona lo spettatore.
I contenuti extra del DVD si limitano alle scene tagliate, ma è un apporto imponente perché ce ne sono ben nove, tra cui anche il finale alternativo che risulta curiosamente completamente differente da quello poi montato nella versione ufficiale del film. Tre delle scene tagliate, inoltre, sono visionabili con il commento audio del regista.

DARK SKIES – OSCURE PRESENZE
Formato: DVD (Disponibile anche in Blu-Ray disc)
Label: Koch Media
Video: 2.35:1 (16:9)
Audio: Dolby Digital 5.1 Italiano, Inglese
Sottotitoli: Italiano non udenti
Extra: Scene tagliate (con commento audio)

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 08/04/2014 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags dark skies, oscure presenze, scott stewart, alieni, rapimenti alieni, grigi, home video, koch media, dvd, blu ray, recensione