NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Sinister Film Vol. 17: "Sette note in nero", "Chi è l'altro?", "Trilogia del terrore" e "Il sangue e la rosa"

Sette note in neroL’inossidabile scalata della Sinister Film allo status di etichetta italiana più completa di cult dell’horror continua e il suo catalogo Horror d’Essai si completa di altri quattro imperdibili titoli. Tra le uscite più recenti possiamo trovare il capolavoro di Lucio Fulci “Sette note in nero”, il thriller di Robert Mulligan “Chi è l’altro?”, il cult a episodi di Dan Curtis “Trilogia del terrore” e l’elegante gotico vampiresco di Roger Vadim “Il sangue e la rosa”.

Liberamente ispirato da “Il gatto nero” di Edgar Allan Poe, che qualche anno dopo Fulci trasporrà ufficialmente ma ricco di varianti, “Sette note in nero” è riconosciuto da molti come uno dei migliori film del grande regista romano. Ultimo tassello della sua carriera da regista di gialli, prima che intraprendesse la strada dell’horror puro (o contaminato), “Sette note in nero” racconta la storia di Virginia, donna dotata di poteri preveggenti che riesce a scoprire il cadavere murato di una donna nella tenuta di suo marito. L’uomo è accusato dell’omicidio, ma lei è certa che non sia lui l’assassino e per questo fa di tutto per liberarlo.
Grazie all’interpretazione di due magnifici attori come Jennifer O’Neill e Gianni Garko, Fulci riesce a costruire una vicenda spaventosa e drammatica, credibile nella sua “assurdità” e con un colpo di scena che sorprende davvero. Magistrale nella costruzione della tensione e con una colonna sonora che passerà alla storia, grazie anche a Quentin Tarantino, che nel suo “Kill Bill” ha inserito il tema principale del film.

Chi è l’altroDatato 1971, “Chi è l’altro?” è diventato con il tempo un piccolo classico del thriller paranormale, grazie alla bella storia che ne sta alla base e alla sapiente regia di Robert Mulligan, che è noto ai più per la riduzione cinematografica di “Il buio oltre la siepe” e il drammone “Il grande cuore di Clara”.
In “Chi è l’altro?” si racconta la vicenda di un bambino ossessionato dalla morte di suo fratello gemello, che è convinto essere ancora vivo. Quando nei dintorni della fattoria dove il bambino vive insieme a sua madre e alla nonna – che ha facoltà medianiche – si verificano starni incidenti e misteriose uccisioni, lui insiste che il responsabile sia proprio il fratello defunto.
Suggestivo, a tratti un po’ confuso nella narrazione mirata a un colpo di scena forse un po’ prevedibile ma ben architettato, “Chi è l’altro?” si lascia comunque vedere con gran piacere e lascia il segno, soprattutto se contestualizzato nella sua epoca, perché arrivava in un periodo in cui abbondavano i thriller alla “Psycho” in cui anche il film di Mulligan, in parte, rientra, ma riesce a trovare una chiave di lettura del tutto originale che lo riscatta dal pericolo di già visto.

Trilogia del terroreSiamo in territorio dannatamente cult con “Trilogia del Terrore”, un film per la tv diretto dallo specialista Dan Curtis nel 1975 e con la compianta Karen Black come mattatrice assoluta. Si tratta di uno dei più noti film horror a episodi degli anni ’70 e questo è paradossale se si pensa che Dan Curtis diresse “Trilogia del Terrore” solo per la tv e, visto il grande successo, vide il suo prodotto diffuso ovunque, anche al cinema. Molto del successo di questo film va però all’ultimo episodio, quello che da tutti è ricordato perché ha per protagonista il terrificante feticcio africano Zuni, un bambolotto dalla dentatura mostruosa che farà passare una brutta notte all’antropologa protagonista.
In tutti e tre gli episodi, ognuno dei quali prende titolo dal nome della protagonista, recita nel ruolo principale Karen Black che è prima Julie, un’insegnante di liceo che viene sedotta da un suo studente che però l’ha messa al centro di una scommessa con l’intento di portarsela a letto, con conseguenze terribili; poi è, allo stesso tempo, Millicent e Therese, due sorelle gemelle dal carattere completamente opposto che si odiano e si danno guerra all’interno dell’abitazione in cui convivono.
Questi primi due episodi, a dire il vero, seppur gradevolissimi, non sono nulla di ché, soprattutto se paragonati ad “Amelia”, il terzo e terrificante episodio conclusivo sul feticcio assassino di cui si diceva.
Tale fu il successo negli anni, che lo stesso Curtis diresse un sequel nel 1996, in cui torna anche il mostriciattolo di legno!

Il sangue e la rosaBasato sul romanzo di Sheridan Le Fanu “Carmilla”, “Il sangue e la rosa” è una delle rare incursioni di Roger Vadim nell’horror (ricordiamo che diresse anche un episodio di “Tre passi nel delirio”). Considerando il nome dell’autore coinvolto e l’anno di produzione, ovvero il 1960, possiamo facilmente immaginare la caratura dell’opera, che non si accontenta di essere un horror gotico, ma va oltre, esplorando molto il lato erotico della vicenda e legandolo a un alone di melò che raramente si era trovato nelle altre riduzioni di “Carmilla”. Infatti, malgrado “Il sangue e la rosa” racconti una storia che ogni horrorofilo amante di vampiri conosce a menadito – e che verrà utilizzata con grandissima frequenza soprattutto nel decennio successivo – Vadim riesce a donare alla sua opera molta personalità, facendone di fatto un film “alla Vadim”. Molto curato sotto il punto di vista estetico, con scenografie e costumi che si fanno notare e un connotato pop-kitsch particolarissimo che ci fa riconoscere il futuro regista di “Barbarella”.
Ottimo il cast con la bellissima e sensuale Elsa Martinelli, spalleggiata da Annette Vadim e un Mel Ferrer in gran forma. Certo, visto oggi, qualche sbadiglio di tanto in tanto lo suscita, ma il gioco vale davvero la candela!

Per l’uscita in DVD, la Sinister Film, distribuita come sempre da CG Home Video, fa un lavoro quasi sempre ottimo recuperando in primis le versioni originali e integrali dei film. Dicevo “quasi” perché del quartetto abbiamo una pecora nera clamorosa, ovvero “Il sangue e la rosa”, che ci viene proposto nella versione cut e con un fuori sincrono per la traccia italiana davvero fastidioso. Proposto nella versione del DVD tedesco, il film di Vadim dura 78’ minuti, contro gli ’80 della versione italiana, mancante, quindi di alcune scene. Inoltre l’audio presenta molti buchi, con sottotitoli in italiano, ma le scene nella nostra lingua sono clamorosamente fuori sincrono.
Buono però l’aspetto video, con una restaurazione dell’immagine notevole.
Extra nella media dei prodotti Sinister, con trailer tedesco e presentazione di Luigi Cozzi.
Stessi extra sono presenti anche in “Chi è l’altro?”, che però non ha alcun tipo di difetto se non un video meno nitido della media. Audio chiaro con solo qualche buco soppiantato – come da cartello iniziale – da sottotitoli in italiano.
Molto buono anche “Trilogia del Terrore”, che si avvale di un video pulito preso direttamente dalla versione americana, che ripristina, infatti, l’ordine esatto degli episodi (Julie – Theresa & Millicent – Amelia). L’audio presenta un buco nella traccia italiana e gli extra sono essenzializzati alla sola galleria fotografica.
Ma il pezzo migliore ce lo lasciamo alla fine, “Sette note in nero”, presentato in “Special Edition”, che presenta, infatti, un bel contributo speciale, una featurette chiamata “4 voci in nero”, ovvero un approfondimento d’epoca al film con le voci di Lucio Fulci, lo sceneggiatore Dardano Sacchetti, il costumista Massimo Lentini e il montatore Bruno Micheli. Video ottimo, restaurato e rimasterizzato, e audio mono ma di gran qualità.

SETTE NOTE IN NER di Lucio Fulci
Formato: DVD
Label: Sinister Film
Video: 2.35:1
Audio: Italiano dual mono
Sottotitoli: no
Extra: Featurette: 4 voci in nero

CHI E’ L’ALTRO? di Robert Mulligan
Formato: DVD
Label: Sinister Film
Video: 1.85:1
Audio: Italiano, Inglese dual mono
Sottotitoli: italiano
Extra: Trailer Cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi

TRILOGIA DEL TERRORE di Dan Curtis
Formato: DVD
Label: Sinister Film
Video: 1.33:1
Audio: Italiano, Inglese dual mono
Sottotitoli: italiano
Extra: Galleria fotografica

IL SANGUE E LA ROSA di Roger Vadim
Formato: DVD
Label: Sinister Film
Video: 2.35:1
Audio: Italiano, Francese dual mono
Sottotitoli: italiano
Extra: Trailer Cinematografico, Presentazione di Luigi Cozzi

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 07/01/2015 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags sette note in nero, lucio fulci, special edition, chi è l'altro, il sangue e la rosa, trilogia del terrore, feticcio zuni, dvd, home video, sinister film, cghv