NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

TOhorror Daily: giorno 3 all'insegna del Made in Italy

anger of the deadLa giornata di venerdì 9 ottobre ha visto il predominio assoluto del made in Italy. Dopo la seconda parte della panoramica “Last self-made hero”, il concorso lungometraggi si è aperto con “Anger of The Dead” di Francesco Picone. Il regista aveva già vinto la XIII edizione del fest con l'omonimo cortometraggio di cui quest'ultima opera ne è appunto lo sviluppo. Sfortunatamente il film non è all'altezza delle aspettative e per quanto girato, recitato e montato bene, lascia lo spettatore freddo e sostanzialmente disinteressato. Le soluzioni narrative adottate nel film puzzano un po' di stantio e la sensazione di déjà-vu predomina l'intera visione. A mio avviso, potrebbe essere colpa dello zampino di Uwe Boll che compare nelle vesti di produttore e che negli ultimi anni non ha fatto altro che produrre film di dubbio gusto con una preferenza per i giovani registi italiani.
Secondo round del concorso lungometraggi con “Fantasticherie di un Passeggiatore Solitario”, splendido ed onirico film del regista Paolo Gaudio presente per introdurre la sua opera e confrontarsi poi con il pubblico che ha apprezzato all'unanimità questa meravigliosa chicca del cinema italiano che dimostra che non dovevamo aspettare Garrone per rivedere il genere fantastico made in Italy. L'opera di Gaudio è un film complesso ed interessante che, attraverso la tecnica mista tra clay-motion e live-action, ci racconta tre storie di tre personaggi in tempi e luoghi diversi ma legati da un misterioso libro senza conclusione. Il film ha anche trovato una distribuzione italiana e a partire dal 19 novembre sarà possibile recuperarlo in sala e merita sicuramente una visione di questo tipo.
Sempre per il concorso lunghi, “Evil Souls”, di Roberto e Maurizio Del Piccolo tiene alto il livello mostrandoci un film che tratta di maledizioni, superstizioni e anti-cristo con toni freschi e sviluppato in maniera anticonvenzionale, presentato in sala da un'entusiasta Maurizio Del Piccolo.

L'orgoglio italiano ha trovato anche il suo spazio in ambito letterario in questa giornata durante l'incontro con i grandissimi Pasquale Ruju e Pietro Gandolfi, entrambi pronti a presentare i loro nuovi progetti che hanno l'aria di essere molto appetitosi. Ruju, uno dei migliori scenggiatori di Dylan Dog, ha infatti presentato "HellNoir", miniserie divisa in 4 numeri che uscirà per casa Bonelli mensilmente a partire dal 27 ottobre, disegnata da un altro nome caro ai fan di Dylan Dog: Giovanni Freghieri. todaily Protagonisti della serie un detective e sua figlia, in contatto tra loro anche se su due mondi diversi. Il padre infatti si trova in un mondo altro popolato solo dalle anime dei morti uccisi in maniera violenta e lì prosegue il suo lavoro cercando di risolvere i casi delle anime che lo circondano usando il contatto terreno con la figlia ancora in vita per incastrare gli assassini. Gandolfi ha invece presentato una serie completamente indipendente, disegnata da Nicola Genzianella, intitolata "The Noise", di cui è già uscito il numero zero che abbiamo quindi potuto già vedere e che ci fa sperare che l'attesa del primo numero sia più breve possibile. Il suono di cui parla il titolo dell'opera è un rumore di cui non si conosce l'origine ma che scatena nelle persone reazioni diverse: chi sta male, chi muore nel giro di pochi attimi e chi sviluppa una violenza sovraumana nei confronti di tutto ciò che è vivo. E Gandolfi non si fa certo problemi a farci capire fin dalle prime pagine del numero zero fino a che punto questa violenza può spingersi in una scena terribile e cruenta ambientata nel reparto neonatale di un ospedale. Nella serie incontreremo tre personaggi non ancora legati tra loro che sembrano essere gli unici ad essere a malapena disturbati da questo suono misterioso.

Anche il concorso cortometraggi è proseguito con una terza tranche carica di titoli interessanti. Tra tutti assolutamente da citare "The Mill at Calder's End", realizzato con i puppet in Inghilterra dal regista Kevin McTurk e che si è rivelato un film incredibilmente realistico e coinvolgente nonostante gli attori altro non fossero che burattini e narrato con uno stile poetico che avvolge lo spettatore e lo tiene incollato allo schermo.


Autore: Alessia Gasparella - Data: 12/10/2015 -
Contatto: redazione@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags tohorror giorno 3 evil souls, francesco picone, paolo guadio