NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Ritorno alle origini per Michele Soavi

L’ultimo periodo verrà probabilmente ricordato come quello del grande ritorno dei registi italiani di film horror; dopo Lamberto Bava (“Ghost Son”), Dario Argento (“La Terza Madre”) e Pupi Avati (“Il Nascondiglio”) adesso è la volta di Michele Soavi. E’ notizia recente, infatti, che il cinquantenne regista milanese (nella foto) dirigerà nuovamente un Horror il cui titolo sarà “Catacombs Club”.

C’è da dire che l’astinenza di Soavi dal genere è di lunga data, sono passati infatti ben quattordici anni dal suo ultimo lavoro horrorifico che risponde al nome di “Dellamorte Dellamore”. Lui che nel “nostro” genere aveva fatto un po’ tutto: regista di titoli come “La Chiesa”, “La Setta”, “Deliria” oltra che del già citato “Dellamorte Dellamore”; attore in “Dèmoni”, “Paura nella città dei Morti Viventi” o “Lo Squartatore di New York”; ed infine assistente alla regia in “Dèmoni”, “Phenomena”, “Opera” o “Tenebre”.

Negli ultimi 10 anni Soavi si è dedicato, con successo, alle fiction tv dirigendo titoli molto conosciuti dal pubblico televisivo come “Ultimo” o “Uno Bianca”, fino al ritorno al cinema con il noir "Arrivedrci Amore, ciao".

Ma veniamo al suo prossimo progetto, “Catacombs Club” appunto.
La storia narrerà di una ricca coppia russa che decide di aprire un disco-casinò a Londra in cui la moglie desidera esibirsi come cantante. Il problema però è che la donna non è minimamente portata per il canto, motivo per il quale il marito decide di rivolgersi ad un insegnante. Durante i lavori, a causa di un incidente l’insegnante finisce in un passaggio segreto che lo porterà a scoprire un mondo popolato da strane creature, un regno sotterrato 2000 anni prima durante l’invasione romana. L’uomo rimarrà sconvolto dal fatto che gli esseri non conoscono nulla della superficie ma ancor di più quando si renderà conto di essersi innamorato di una delle creature, dotata della più bella voce da lui mai udita…

Lo script è ad opera di Charles McKeown, già autore di “Le Avventure del Barone di Munchausen”, del 1988, sul cui set è nata una bella amicizia con Soavi che di quel film aveva diretto la seconda unità.
A proposito del progetto Soavi ha dichiarato: “Il film inizierà con un flashback sui tempi antichi, simile a quello de ‘La Chiesa’, e finirà durante un concerto al Royal Albert Hall. Non voglio svelare altro per ora se non che avrà lo spirito ed atmosfere simili a ‘Dellamorte Dellamore’. “

Il cast verrà definito nei prossimi mesi, per ora si sa che uno dei ruoli principali femminili sarà affidato ad Alina Nadelea, partner di Soavi già vista nel suo ultimo titolo cinematografico “Arrivederci Amore, Ciao”. Tra i produttori figurerà anche l’attrice Conchita Airoldi, che ha alle spalle una lunga collaborazione con Soavi il quale, in merito alla produzione ha detto: “Mi è piaciuto poter lavorare per la televisione italiana dove i budget si aggirano intorno ai 9 milioni di euro. Ho odiato i compromessi a cui ho dovuto sottostare in tutti i miei Horror precedenti, ma ora ho il budget per poter rendere giustizia a Catacombs Club.”

Le riprese di “Catacombs Club” avranno inizio quest’estate ed avranno luogo tra Londra e la Romania.
Nel corso degli anni si è sentito parlare diverse volte di un sequel di “Dellamorte Dellamore”, ma va detto che l’autore/produttore del film, Gianni Romoli, ha nel frattempo intrapreso, con successo, altre strade producendo titoli come quelli di Ferzan Ozpetek (“Le Fate Ignoranti”, “La Finestra di fronte”). A tal proposito Soavi ha aggiunto “Ho parlato in passato con Rupert Everett sull’eventualità di reinterpretare il personaggio di cui mi piacerebbe continuare le avventure. Ma dipende da Gianni (Romoli ndr) trovare il tempo nella sua agenda stracolma.”

Autore: Francesco Chello - Data: 04/01/2008 -
Contatto: francesco.chello@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags