NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

Baby Killer, L'Assedio dei Morti Viventi, La Morte Dietro la Porta... in odore di remake

E’ incredibile, nonché fastidioso, trovarsi sommersi da notizie che annunciano remake di horror prodotti tra gli anni ’70 e ’80. Ormai questo genere di notizie, oltre che non stupire più nessuno, sta monopolizzando il mondo dell’informazione cinematografica di genere, tanto che si è davvero tentati di cominciare ad ignorarle; però la regola è informare, informare, informare, dunque…
Questa volta sono diventati obiettivi di futuri remake tre film degli anni ’70: “Baby Killer” di Larry Cohen, “L’assedio dei morti viventi” e “La morte dietro la porta” entrambi di Bob Clark. In questa occasione si è optato per dei titoli certamente non celebri come molti altri remakizzati in questo periodo, ma comunque piuttosto famosi tra una ristretta cerchia di cultori. “Baby killer” ( “It’s Alive!” in originale ) è probabilmente il più famoso dei tre ( conta anche due sequel, di cui il secondo ancora inedito in Italia ): diretto da Cohen nel 1974, racconta la storia della nascita di un bambino mutante, mostruoso e aggressivo; il piccolo mostro fugge lasciandosi dietro una scia di sangue, e solamente il padre cercherà in tutti i modi di difenderlo. L’annuncio di un remake per questo film è stato fatto dallo stesso Larry Cohen che, in un’intervista rilasciata in occasione dell’uscita in dvd in Usa del suo “It’s Alive 2”, rivela che se ne sta occupando personalmente e che questa volta il piccolo mostro verrà realizzato (ahinoi ) in computer grafica, anche se ci assicura che, come nel film originale, verrà mostrato pochissimo, rimanendo per lo più avvolto dall’ombra.
“L’assedio dei morti viventi” ( “Children shouldn’t play with dead things” in originale ), fu diretto da Bob Clark nel 1972 e racconta di un gruppo teatrale che approda su un’isola per mettere in scena uno spettacolo che ha come tema principale il ritorno in vita dei morti; guarda caso, i morti del cimitero locale tornano in vita sul serio, assediando gli isolani. Clark, dichiaratosi entusiasta per il lavoro svolto con il remake del suo “Black Christmas” ( in uscita a gennaio nelle sale italiane ), ha deciso che è ora di dare vita ad una nuova versione anche del suo film con in morti viventi, del quale, con grande probabilità, inizieranno le riprese la prossima primavera. Ma non finisce qui! Sempre Bob Clark, ha annunciato che un altro suo film verrà presto rifatto; si tratta di “La morte dietro la porta” ( “Dead of night”, 1974 ), storia di un reduce del Vietnam che pian piano si trasforma in uno zombie. Clark stesso ha spudoratamente confessato che l’unico motivo che spinge oggi a rifare i film di 30 anni fa è che questo trend sta riscuotendo molti soldi al botteghino. Non c’erano dubbi sul perché di un tale affollamento di remake, ma comunque Clark ne ha dato la conferma.
Sperando che l’undicesima piaga d’Egitto, il remake, prima o poi trovi una fine, vi rimandiamo ai prossimi aggiornamenti riguardo questi argomenti.

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 04/12/2006 -
Contatto: roberto.giacomelli@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags