NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |

"Corti di paura": un resoconto della serata

Corti di PauraCe l’eravamo prefissato e l’abbiamo fatto: trasformare le serate Horror Movie in un appuntamento a cadenza periodica.
Dopo l’ottimo risultato di pubblico ottenuto con il nostro esordio, vero e proprio esperimento tenutosi il 2 novembre 2008 con una serata dedicata al regista di “Il bosco fuori” Gabriele Albanesi, abbiamo fatto il bis, ma stavolta abbiamo trovato opportuno trasformare in protagoniste della serata le opere “invisibili” dei filmakers italiani.

Come la volta scorsa siamo stati ospitati dai sempre disponibili ragazzi del Circolo degli Artisti di Roma, che ci hanno messo a disposizione il salone principale del locale (più capiente e con schermo gigante) per proiettare sei cortometraggi di altrettanti giovani registi, esordienti e non. Quasi due ore di visioni horrorifiche di gran qualità che hanno accompagnato la serata del 6 luglio 2009, sei piccoli incubi che trattano le tematiche più disparate, dall’horror macabro a quello misto alla fantascienza, fino al dramma intriso di sangue con imprevedibili risvolti di impegno sociale.

Caratterizzata da un “elegante” ritardo di una quindicina di minuti in confronto all’orario stabilito, la serata, che abbiamo battezzato “Corti di paura”, è iniziata con una breve introduzione, moderata da Roberto Giacomelli, atta a dare voce agli autori dei corti presenti in sala. Alberto Gulminetti, Daniele Francardi e Giuliano Giacomelli, rispettivamente autori di “Lo spettro della fata”, “Il coraggio che non c’è” e “Pianto Rosso”, hanno brevemente introdotto i loro lavori, anticipando le tematiche affrontate e svelando qualche piccola curiosità al numeroso pubblico che in pochi minuti ha riempito la sala.
Ovviamente, in rispetto alla Legge di Murphy, gli inconvenienti di natura tecnica non potevano mancare e, tra l’incerta aria condizionata che allietava solamente gli spettatori delle ultime file e un piccolo problema di mix audio che ci ha sorpreso su un paio di corti, siamo arrivati alla mezzanotte con calorosi applausi che hanno seguito ogni film.

Nel dettaglio, “Corti di paura” ha ospitato i seguenti cortometraggi.
Lo spettro della fata, di Alberto Gulminetti, un’inquietante ghost story che, con grande eleganza formale, ci racconta la discesa negli inferi di una coppia (Manuela Snoriguzzi e Gennaro Mirabile) alle prese con una misteriosa presenza in un casolare di campagna.
Alone, di Lorenzo Giovenga, l’originale mini odissea di uno studente di liceo (Claudio Bianchini) che si ritrova improvvisamente intrappolato nella sua scuola completamente deserta. Realtà, incubo o viaggio interdimensionale?
Il coraggio che non c’è, di Daniele Francardi, è invece una dura e toccante riflessione sul tema del suicidio. Una breve ma intensa sequela di tentativi di suicidio da parte di un uomo senza volto (Gabriele Limone), fotografata in bianco e nero e accompagnata dall’Ave Maria di Schubert.
Pianto Rosso, co-diretto da Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga, immortala una Roma resa deserta da un virus mortale che brucia le sinapsi cerebrali e conduce alla morte. La vicenda, accompagnata dalle note originali di Enrico Angelini, segue però la personale vicenda di un ragazzo (Alberto Iacono) segregato in casa mentre fuori alberga l’apocalisse.
Langliena, di Emiliano Ranzani, è il pluripremiato corto sulla disavventura di un ragazzo (Omar Ramero) che si trova faccia a faccia con un ghoul divoratore di carne umana, una vicenda ricca tensione e con dei sorprendenti effetti speciali di make-up.
32, di Michele Pastrello, è infine il corto politicamente impegnato del gruppo. Una originale e formalmente impeccabile opera di denuncia che parla del deturpamento dell’ambiente utilizzando il linguaggio della metafora con una ragazza (Eleonora Bolla) letteralmente violentata da uno dei funzionari addetti alla costruzione di una nuova arteria autostradale.

Visto il successo e l’affluenza di pubblico che anche questa volta ci ha premiato confidiamo in un terzo appuntamento con il terrore targato Horror Movie.it. E che il cinema indipendente italiano goda sempre di ottima salute!

Un particolare ringraziamento a Daniele Francardi, Giuliano Giacomelli, Lorenzo Giovenga, Alberto Gulminetti, Michele Pastrello, Emiliano Ranzani e a tutti gli autori dei corti che ci sono stati inviati e che non abbiamo potuto proiettare. Un grazie inoltre a tutto lo staff del Circolo degli Artisti e a Elisa Caliciotti.

Autore: Roberto Giacomelli - Data: 18/07/2009 -
Contatto: roberto.giacomelli@horrormovie.it

Registrati al forum e commenta la news

NEWSLETTER 
Inserisci la tua e-mail per ricevere tutti gli aggiornamenti!

 

Nome

E-mail


Iscriviti
Cancellati

Tags Corti di paura, Horrormovie, Circolo degli artisti